Reati in calo a Padova? Fratelli d'Italia non ci sta: "Strumentalizzazione politica"

Il portavoce Massimiliano Barison: "Furti, rapine e spaccio sono in aumento, e alcuni dati sono ridicoli da commentare"

“I dati ufficiali sulla criminalità a Padova sono chiari e non devono essere oggetto di strumentalizzazione politica con interpretazione di percentuali che, senza il dettaglio numerico, nulla esprimono se non eventuale disorientamento": inizia così il comunicato con cui Fratelli d'Italia commenta le cifre relative al relativo calo di reati nel primo trimestre 2018 in confronto allo stesso periodo del 2017.

"Aumento di furti, rapine e spaccio"

Il documento firmato da Massimiliano Barison, portavoce padovano del partito, mette subito in risalto un particolare: "Gli stessi dati 2016-2017 e trimestre 2018 su cui basano l’interpretazione il sindaco di Padova Giordani e il vice sindaco Lorenzoni certificano numericamente che i furti in appartamento e in esercizi commerciali sono aumentati, le rapine in esercizi commerciali sono aumentate, lo spaccio di droga è aumentato. Il rapporto illustrato da Giordani e Lorenzoni, confrontando il trimestre 2017-2018, lascia un amaro sorriso e alcuni numeri sono quasi ridicoli da commentare. Ad esempio,dichiarare che nel primo trimestre 2018 i furti sono diminuiti del 49,85% è comunicativamente d’impatto, ma a conti fatti ne sono diminuiti solo 171; nel medesimo periodo le rapine in abitazione sono diminuite di sole 5 unità e 2 per gli esercizi commerciali. Credo che il cittadino, che vive Padova in ogni cantone, abbia chiara la sofferenza verso impuniti atti criminali e non solo. E’ sufficiente frequentare piazzale della Stazione, via Valeri dove quotidianamente risiede un folto gruppo di soggetti dediti allo spaccio, alla minaccia verbale dei passanti, all’appropriazione di spazo publlico-privato. Ieri Prato della Valle è stata il palco d’una maxi rissa tra bande con spranghe e coltello a serramanico”.

"Ringraziamenti alle forze dell'ordine"

Barison, infine, ringrazia "le forze dell’ordine che quotidianamente sono impegnate sul territorio, spesso mettendo a rischio la propria incolumità e invito Giordani e Lorenzoni a prendere visione della realtà, non solo numericamente stampata, frequentando maggiormente il marciapiede. Le denunce sono fortemente in calo per sfiducia degli offesi a causa della mancanza di certezza della pena e rilascio dei delinquenti spesso in men che non si dica”

Potrebbe interessarti

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Pompa l'acqua per annaffiare il prato, donna muore folgorata nel giardino di casa

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento