Saccolongo, Ruzzante (Pd) “Superare lo stallo con il nido in famiglia”

Dopo che la realizzazione del nido comunale all'interno del complesso residenziale Astor si è arenata per insolvenze della ditta appaltatrice, il consigliere regionale invita palazzo Balbi a intervenire per offrire un'alternativa per la prima infanzia sul territorio

L'interno di un asilo nido

La vicenda dell'asilo nido comunale di Saccolongo approda in giunta regionale tramite un'interrogazione del consigliere del Partito democratico Piero Ruzzante.

"La nuova struttura per l'infanzia - ricorda l'esponente di centrosinistra - avrebbe dovuto essere collocata all'interno del complesso residenziale Astor. Di fatto, tra insolvenze della ditta appaltatrice e ricorsi legali avviati dal comune di Saccolongo, la situazione è da tempo in stallo”.

Sfumata la possibilità di realizzare, almeno nel medio-breve periodo, il nido comunale, il consigliere sollecita un intervento diretto della Regione perché per i cittadini di Saccolongo si provveda a fornire un'alternativa di servizio per la prima infanzia.

In merito, Ruzzante ricorda che il gruppo consiliare del Pd di Saccolongo ha già proposto all'amministrazione comunale l'apertura di un nido in famiglia presentando, sulla scorta di esempi di altre realtà, una bozza di convenzione e una di regolamento.

Potrebbe interessarti

  • Un risultato storico: l'Università di Padova è la migliore d'Italia

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Deraglia il Tram al capolinea della Guizza: ferito l'autista, contusi i passeggeri

  • Donna rapinata sui Colli: con il marito insegue il bandito, lui li minaccia con un mattone

  • Mezzo pesante in fiamme lungo l'autostrada: A13 chiusa tra Boara e Monselice, code

  • Pannelli fotovoltaici a fuoco sul tetto dell'azienda: il fumo si vede da chilometri

  • Nuovo primario per il polo di pronto soccorso: è la padovana Roberta Volpin

Torna su
PadovaOggi è in caricamento