Sgombero stabile ex Vescovi, Giordani: «Riportata la legalità in una zona delicata della città»

Ha aggiunto il sindaco: «Padova è una città dove ai diritti corrispondono doveri e soprattutto dove è necessaria l’osservanza delle leggi, quell’azione arbitraria di occupazione non era per me accettabile».

Il sindaco Sergio Giordani ha prontamente commentato l'operazione allo stabile ex Vescovi, sgomberato nella mattinata di domenica 6 ottobre dopo l'occupazione del colettivo del Gramigna.

Sergio Giordani

Queste le dichiarazioni del sindaco di Padova: «Davanti a un giusto provvedimento dell’autorità giudiziaria che immagino disponesse tutte le azioni utili a ripristinare le regole e il legittimo possesso di una proprietà privata non posso che ringraziare i magistrati e le forze dell’ordine che hanno agito anche col supporto della polizia locale. In un lavoro congiunto coordinato dal questore hanno riportato stamane la legalità. Era una zona delicata della città, servivano professionalità e cautele che ci sono state al massimo. Padova è una città dove ai diritti corrispondono doveri e soprattutto dove è necessaria l’osservanza delle leggi, quell’azione arbitraria di occupazione non era per me accettabile».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento