Legge di bilancio, Misto-Miae: “Comportamenti scorretti della maggioranza”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

«Dispiace affermarlo ma a riguardo della Legge di Bilancio la maggioranza ha avuto comportamenti scorretti rispetto al cambiamento tanto sbandierato in questi mesi». Questo il commento della portavoce patavina Silvia Benedetti.

Bozza di legge

«La bozza di Legge di bilancio dovrebbe giungere alla Camera dei deputati giovedì 6, quindi con tempi dilatati rispetto al normale iter e prospettando il rischio di un dibattimento insufficiente a causa delle scadenze incombenti. Parlando del testo, a più riprese emendamenti presentati da parlamentari delle opposizioni sono stati bocciati in modo pretestuoso e poi riproposti col “copia-incolla” dalla maggioranza. Ciò è molto utile sul piano mediatico, ma intestarsi il merito di emendamenti altrui come avvenuto con Di Maio e gli 85 milioni ai terremotati rappresenta un atteggiamento infantile ed irresponsabile del Governo. Una maggioranza sana lavora con le opposizioni di concerto e non cerca di schiacciarle ed appropriarsi indebitamente delle loro idee. Non si è voluto inoltre affrontare la questione “ex C&C”: nonostante abbia a più riprese cercato di finanziare la bonifica del sito, ogni mia proposta è stata bocciata. La situazione va affrontata con urgenza, come anche i rappresentanti del Movimento 5 Stelle hanno in diverse occasione constatato».

«Svilito il ruolo del Parlamento»

«Auspico che sulla Legge di Bilancio non venga posta l’ennesima fiducia. Dopo un’intera legislatura passata a criticare il PD per ogni fiducia posta, questo governo sta svilendo il ruolo del Parlamento allo stesso modo dei predecessori, con i parlamentari della maggioranza ridotti a meri ratificatori delle decisioni prese dai vicepremier», termina Benedetti.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento