Vanda Pellizzari e i centri sociali del NordEst: «Il foglio di via non è carta straccia. Giordani deve rispondere anche di questo»

Mozione depositata dalla consigliera della Lista Bitonci insieme ai consiglieri della Lega: «Massima solidarietà alle forze dell'ordine»

Alain Luciani e Vanda Pellizzari, consiglieri d'opposizione

Vanda Pellizzari e i colleghi di Lista Bitonci e Lega hanno depositato una mozione al sindaco Giordani sul caso della concessione della sala ai centri sociali del nord est sulla vicenda dei fogli di via da parte del questore che lo ha imposto a sei militanti di Vicenza e Venezia. Nella mozione anche la solidarietà alla questura e alle forze dell’ordine.

La mozione

Ecco i passaggi più significativi della mozione: «Il sindaco Sergio giordani ha concesso l’uso di una sala comunale all’interno di palazzo Moroni per fare una conferenza stampa; durante la conferenza stampa gli appartenenti ai centri sociali dichiaravano di aver ricevuto il foglio di via dal questore di Padova per i fatti accaduti il 17 luglio 2017 e che per loro era da considerarsi “carta straccia”. Gli stessi esponenti dei centri sociali dichiarano di aver predisposto un appello per revocare questa misura e che lo stesso era stato sottoscritto da ben tre consiglieri di maggioranza. Ricordiamo che il foglio di via è stato emesso dal questore ed è giustificato dai gravissimi fatti accaduti quel giorno, quando gli attivisti dei centri sociali hanno ingaggiato uno scontro con le forze dell’ordine ferendo ben cinque poliziotti che stavano compiendo il loro dovere. Ritenuto che è inaccettabile che l’amministrazione comunale avalli le dichiarazioni dei centri sociali a discapito dell’operato delle forze dell’ordine impegnate ogni giorno a garantire la sicurezza e la serenità a tutti i padovani, tutto ciò premesso considerato e ritenuto il consiglio comunale chiede che il comune di Padova nella persona del sindaco e del consiglio comunale chiedo di prendere le distanze da quanto affermato in conferenza stampa dagli esponenti dei centri sociali e a riconoscere la legittimità dell’ordine emerso dal questore ed invitare i destinatari del provvedimento a rispettare l’ordinanza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento