Silvia Benedetti (Misto-Maie): «Nella giornata contro la violenza sulle donne siano gli uomini a riflettere»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

«La giornata internazionale contro la violenza sulle donne sia un’occasione di riflessione per gli uomini maltrattanti».

La possibilità dei Cam

Questo il pensiero della portavoce alla Camera dei Deputati Silvia Benedetti. «Quello della violenza sulle donne è un problema che non conosce distinzioni di tipo economico, culturale, religioso o di provenienza. Nel 2017 secondo l’ISTAT, quasi 50mila donne si sono rivolte con coraggio ai centri antiviolenza, ma sicuramente ve ne saranno altre decine di migliaia che non hanno denunciato le violenze subite.Al contempo è importante un'azione che coinvolga gli uomini maltrattanti: devono rendersi conto di avere un problema ed iniziare ad affrontarlo, prima che le conseguenze dei loro atti siano irreparabili. Una possibile via è quella offerta dai CAM, Centro di Ascolto Uomini Maltrattanti, che stanno sorgendo in tutta Italia ma il cui numero è purtroppo ancora troppo esiguo. I CAM prevedono un percorso terapeutico appropriato al caso considerato ed aiuta gli uomini a relazionarsi in modo sano alle donne, ricorrendo alle autorità competenti ove necessario. MI auguro che nella società italiana si tratti approfonditamente questo tema rendendo sempre più consapevoli gli uomini maltrattanti e le donne di come esso vada affrontato apertamente e non silenziato, di modo da ridurre sensibilmente il numero delle vittime nei prossimi anni» termina Benedetti.

Spargimento fanghi

Sullo spargimento fanghi una precisazione: «Il collega del Movimento 5 Stelle Zolezzi - spiega la deputata - afferma che finalmente il Governo ha deciso di affrontare questa problematica. Peccato si tratti di una bugia: la normativa nel DL Genova è di fatto un copia-incolla del "Decreto Galletti", fermo alla Conferenza Stato-Regioni prima di essere approvato. Trovo curioso, pertanto, che si critichi il Governo precedente per una norma sostanzialmente uguale: o la norma andava bene anche se scritta da manine del PD, oppure quella che si sta approvando è una bruttura».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento