Influenza, vaccinazione al via lunedì 11 novembre: il calendario completo con sedi e orari

“Il miglior attacco è la difesa!”: questo lo slogan della campagna contro l’influenza stagionale promossa dall’Ulss 6 Euganea con il suo Dipartimento di Prevenzione

Vaccino antinfluenzale, ecco quando e dove farlo

“Il miglior attacco è la difesa!”: questo lo slogan della campagna contro l’influenza stagionale promossa dall’Ulss 6 Euganea con il suo Dipartimento di Prevenzione.

La vaccinazione

Sono 175.500 le dosi di vaccino messe quest’anno a disposizione gratuitamente delle categorie a rischio, 4.500 in più rispetto al 2018. I vaccini verranno somministrati a partire da lunedì 11 novembre presso, come di consueto, le sedi Ulss, i distretti socio-sanitari, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta che aderiscono all’iniziativa. Contestualmente alla campagna antinfluenzale prenderà avvio una campagna di comunicazione e sensibilizzazione sui canali social dell’Azienda Ulss 6 (pagine Facebook e Instangram): testimonial d’eccezione i calciatori del Cittadella Calcio e i rugbysti del Petrarca Rugby.

Le categorie più esposte

Il vaccino rimane lo strumento più sicuro, economico e di facile somministrazione per difendere da complicanze soprattutto le categorie più esposte al virus, ovvero ultra 65enni, malati cronici, disabili, anziani istituzionalizzati, badanti, familiari di persone immunodepresse, donne in gravidanza. Vaccinare i soggetti più fragili significa rafforzare la cosiddetta "immunità di gregge", con un beneficio dunque collettivo, anche di coloro che, sofferenti per varie patologie, non possono essere sottoposti a vaccinazione. Domenico Scibetta, direttore generale dell'Ulss 6 Euganea, commenta: «Non ci stancheremo mai di ripeterlo: vaccinatevi! Lavoriamo per incentivare la cultura della prevenzione: vaccinare contro l’influenza se stessi e i propri cari è un atto di responsabilità perchè prevenire è la migliore risposta in termini di efficienza organizzativa ed efficacia sanitaria alla diffusione del virus stagionale che, contrariamente a quanto si possa pensare, non va preso sottogamba. Le complicanze dell’influenza nelle categorie più fragili possono infatti essere molto gravi oltre che richiedere ospedalizzazione, con importanti costi sociali per il singolo, e sanitari per la collettività».

Epidemia importante

La composizione del vaccino è diversa da quello dell’anno scorso per 2 tipi di ceppi:

Influenza 2020-2

Vista appunto la prossima circolazione di 2 ceppi diversi dello scorso anno, si prevede che l’epidemia possa essere importante. Oltre che per le categorie sopracitate (anziani, malati cronici, addetti ai pubblici servizi) si sottolinea l’importanza della vaccinazione per le donne in gravidanza, ricordando che l’OMS ritiene le gravide il più importante dei gruppi a rischio per loro stesse e per il feto (la vaccinazione può essere fatta in qualsiasi periodo della gravidanza, ma soprattutto è indicata per le donne che saranno incinta nel periodo epidemico che va da metà dicembre a tutto il mese di marzo), per i familiari (adulti e bambini di qualsiasi età) e per il personale di assistenza (badanti, infermiere, ecc) di malati gravi per evitare che trasmettano l’influenza alle persone malate, anche se queste sono state vaccinate. Il vaccino è inoltre offerto gratuitamente ai donatori di sangue.

Dove e quando vaccinarsi

Il calendario con l'elenco delle sedi e degli orari per le vaccinazioni è disponibile a questo link.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vive in casa con il cadavere del fratello, morto da tre mesi: dramma nella Bassa Padovana

  • Si fa accreditare oltre 11mila euro cambiando l'Iban sulla fattura, ma il trucco online viene scoperto

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Vede lo scooter a bordo strada, non si accorge dell'uomo a terra e lo travolge: un morto

  • Fuggi fuggi all'Ikea: scatta l'allarme antincendio, negozio evacuato a tempo di record

  • Cuoco di un ristorante etnico stupra la collega, il padre e il fratello lo pestano di botte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento