"A scuola senza paura": al via la formazione insegnanti scuole Abano e Teolo

Il progetto si articola sotto forma di incontri di formazione e di ricerca-azione in cui verranno introdotte le problematiche relative al ruolo dell'emozione nell'apprendimento

Al via il 4 novembre alle 16.30 all'Istituto Comprensivo di Abano Terme, “A scuola senza paura”, l'azione promossa dal dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione, nell'ambito del progetto Network Euganeo, progetto selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, per sostenere gli insegnanti nel prendersi cura delle emozioni dei bambini

Il rendimento scolastico

Le emozioni sono determinanti anche per il rendimento scolastico. «Nell’apprendimento e nel rendimento scolastico del bambino – sottolinea Irene Mammarella, docente di psicologia dello sviluppo e dell'educazione presso l'Università di Padova - svolgono un ruolo fondamentale gli aspetti emotivi, che possono inficiare il rendimento scolastico degli studenti. La presenza di vissuti quali preoccupazione eccessiva, ad esempio, possono portare gli studenti a mettere in atto eccessive condotte di controllo e revisione del lavoro svolto o, al contrario, assumere un atteggiamento evitante». Le attività coinvolgeranno gli istituti comprensivi di Abano e Teolo e si proporranno di offrire agli insegnanti delle indicazioni e delle buone prassi da adottare in presenza di alunni che presentano difficoltà emotive.

Il progetto formativo

Il progetto si articola sotto forma di incontri di formazione e di ricerca-azione. Dopo un ciclo di incontri in cui verranno introdotte le problematiche relative al ruolo dell'emozione nell'apprendimento, alcune classi saranno coinvolte in un progetto di intervento finalizzato a prevenire l’insorgenza di vissuti emotivi negativi nel contesto classe e, allo stesso tempo, a promuovere un ambiente positivo, che possa offrire agli studenti strategie utili alla comprensione e alla gestione del proprio stato emotivo. La supervisione del percorso sarà curata da professionisti che collaborano con la prof.ssa Irene Mammarella, del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo dell’Università di Padova, che si occuperanno non solo di monitorare lo svolgersi delle attività, ma anche di misurare i cambiamenti in seguito alle attività di potenziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Due contagiati nel comune di Saccolongo: a scriverlo il sindaco su Facebook

Torna su
PadovaOggi è in caricamento