“Centinaia di alberi abbattuti lungo le sponde del Brenta” la denuncia di Anima Critica

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di Anima Critica:

“Il cartello affisso lungo la pista ciclopedonale sulla sponda del fiume Brenta a Padova (il tratto interessato parte vicino il ponte pedonale che collega Torre con il Comune di Cadoneghe) dice: lavori di sistemazione sui corsi d'acqua nel circondario dell'Alta Padovana.

In pratica si vedono ruspe e gru intente ad abbattere centinaia di piante ed alberi lungo la sponda di ciò che dovrebbe essere "Il Parco del Brenta", un’area verde protetta inserita come SIC (sito di interesse comunitario).

Ci si chiede perché sia stato autorizzato un abbattimento di alberi cosi massiccio e devastante in un habitat cosi fragile e delicato, dove l'ecosistema e la biodiversità dovrebbe essere garantita e protetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se si facesse la doverosa manutenzione delle piante morte vicino il corso d'acqua, recuperando i rami secchi affinché non cadano a creare problemi lungo il fiume, non ci sarebbe alcuna perplessità, invece cosi sembra uno scempio lungo il Brenta...”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui colli Euganei: fumo visibile da chilometri, elicotteri in azione

  • Buoni spesa, nel pomeriggio inizia la consegna a casa a chi ne ha diritto

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento