← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Un nuovo bus 16 per Cadoneghe, Vigodarzere, Bragni

Via Orlando Galante, 77 · San Lazzaro

Sarebbe una grande occasione per invertire la scelta illogica di Comune di Padova e Busitalia di aumentare le rotture di carico (ovvero i trasbordi che si devono fare per raggiungere da una località un'altra, vedi il taglio delle linee 16, 18 per non parlare di quella drammatica avvenuta con il tram per Cadoneghe e Vigodarzere anni fa), quella di ripristinare la linea 16 nel territorio a nord della stazione, facendola proseguire per Cadoneghe/Bragni/Vigodarzere, costituendo un asse che collegherebbe velocemente gli istituti Belzoni-Boaga, il Curiel (via Vecellio) e quelli del centro storico per quanto riguarda gli studenti e gli ospedali con la zona nord della città con un percorso diverso e quindi non sovrapposto a quello del tram, ponendo fine alla vera via crucis che devono fare i cittadini dei comuni della cintura nord di Padova per arrivare in città.

Fabio Cecchinato
 

Segnalazioni popolari

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Sarebbe un'idea fantastica, temo che però purtroppo Busitalia non acconsentirà mai, sono già stati molto chiari sul fatto che non vogliono fare arrivare il 16 più a nord della Stazione ai pendolari di San Carlo che chiedevano il vecchio percorso dal Plebiscito, figuriamoci se lo porterebbero a Cadoneghe o Vigodarzere.. quello che in alternativa sarebbe da esigere secondo me sono le corse bis da e per l'ospedale nelle ore di punta.. dico esigere perché prima dell'introduzione del tram a Pontevigodarzere nel 2009 sia l'Aps che i comuni di Cadoneghe e Vigodarzere avevano rassicurato i rispettivi pendolari che il tram sarebbe stato solo un vantaggio essendo un mezzo moderno veloce frequente e che comunque sarebbero stati garantiti agli studenti e a chi deve recarsi all'ospedale civile e agli istituti universitari del Portello velocemente raggiungibili dalla fermata del Boschetti corse bis la mattina e il primo pomeriggio.. queste promesse non sono state mantenute se non in minima parte.. per la linea 4 l'ultima corsa bis che vada oltre il capolinea nord è quella delle 7.35 da Bragni, che tra l'altro dall'anno scorso misteriosamente non è diretta più a Voltabarozzo come prima ma si ferma alla Ferrovia.. quindi non garantisce comunque il collegamento con gli ospedali come promesso, l'ultima corsa utile per l'ospedale parte da Cadoneghe alle 7.12.. per la linea 19 la situazione è ancora peggiore, l'ultima corsa bis parte alle 7.04 da Tavo ed è limitata alla Ferrovia, quanto all'ospedale civile bisogna andare addirittura a quella delle 6.30 da Saletto.. per il ritorno e in generale nel resto della giornata non ci sono corse dirette.. allora sinceramente ci sentiamo presi per il c--o.. ore di punta non può significare dalle 6 alle 7-7.30 del mattino e poi basta!! in questo modo si può garantire un collegamento diretto con le scuole ad alcuni studenti solo per l'andata comunque, ma gli universitari, chi lavora in centro o in zona Ospedale e attacca verso le 8.30 o le 9, le persone magari anziane senza auto che devono andare a fare le visite la mattina cosa fanno? partono da casa alle 7?? o cambiano tre mezzi per raggiungere l'ospedale? è una follia, le promesse non sono state mantenute e i comuni pagano per questo servizio scadente, i sindaci di Cadoneghe e Vigodarzere dovrebbero impuntarsi e pretendere che le corse bis per l'ospedale siano previste almeno fino alle 8.30 del mattino e ne siano istituite nella fascia oraria 12-14 per gli studenti che tornano da scuola.. questo era stato promesso e sinceramente non mi sembra che vogliamo la luna, i pendolari di Albignasego per esempio hanno corse bis della vecchia linea 8, alcune limitate al Prato della Valle altre dirette in Stazione attraverso le Riviere fino alle 8.30 (8.26 da Carpanedo l'ultima), quindi possono arrivare in centro senza cambi almeno all'andata.. perché anche noi pendolari della fascia "nord" non possiamo avere le stesse opportunità? e ripeto Busitalia da noi ne riceve di grana tra gli abbonamenti suburbani e i contributi pagati dai comuni..

Segnalazioni popolari

Torna su
PadovaOggi è in caricamento