← Tutte le segnalazioni

Il ministro Catania in visita a Conselve: sit-in del comitato per Bonollo

Riceviamo e pubblichiamo:

L'occasione era di quelle speciali, il Ministro delle Politiche Agricole in visita alla locale cantina Sociale del Conselvano. Ecco che allora dal cilindro del Comitato Lasciateci Respirare spunta un folto sit-in di protesta pacifica contro la distilleria Bonollo proprio davanti al luogo di visita del Ministro.

Circa una trentina di cittadini, presenti anche delle mamme con bimbi al seguito, con striscioni, cartelli, una riproduzione cartonata della ciminiera di Bonollo, nonchè megafono, si sono presentati davanti all'ingresso della cantina sociale ed hanno atteso prima l'arrivo e poi l'uscita del Ministro, con slogan, cartelli di denuncia e cori di protesta.

La cosa che ha infuocato gli animi è anche stato il fatto che, sempre a detta dei cittadini presenti, la vera ciminiera della distilleria Bonollo oggi era magicamente spenta, fatto molto strano, tanto che la circostanza è stata interpretata come una precisa intenzione di non mostrare al Ministro in visita, il problema degli odori e del fumo della vicina distilleria.

Venendo alla visita del Ministro Catania, di fatto è stata una passerella nettamente di propaganda elettorale visto che lo stesso ministro è candidato nella Lista Monti. Alla "corte" dell'importante ospite, la solita cornice di politici e loro simpatizzanti, col deputato e "feudatario" Antonio De Poli, il sindaco Ruzzon, il consigliere regionale Peraro,ecc...

Alla fine, il sit-in dei cittadini, dopo aver ben espresso le proprie ragioni, ovvero la polvere sulle case, sulle piante, nei polmoni, gli scarichi illegali, le sostanze cancerogene, gli sforamenti, ecc..ecc... ha visto la partenza del Ministro, e degli "in-dignitari" di corte, quindi hanno posto fine alla giornata proficua per il Comitato e un po' meno per l'accolita targata UDC...dove il sindaco ha rappresentato il cameo indignitoso di una fuga silenziosa, solo appena dopo aver invitato un attivista del comitato, che gli chiedeva cosa ne pensava di Bonollo, di spostarsi e lasciarlo passare, vista la chiara incapacità a esprimere con evidente imbarazzo, una risposta valida sulla Bonollo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
PadovaOggi è in caricamento