A Padova la XV Assemblea nazionale del coordinamento Agende 21 Locali italiane

L'Assemblea sarà l'occasione per presentare due importanti iniziative: la nascita del network "il clima cambia la città" e la presentazione dell'edizione italiana di State of the World 2013 del prestigioso Worldwatch Institute dal titolo "É ancora possibile la sostenibilità?"

Padova quest’anno sarà la location della XV Assemblea nazionale del coordinamento Agende 21 Locali italiane, un'associazione nazionale volontaria che dal 1999 riunisce Comuni, Comunità Montane, Enti Parco, Province e Regioni e ha come finalità la diffusione dei principi e della prassi dello sviluppo sostenibile e la promozione dei processi di Agenda 21 Locale. L’evento si svolgerà i prossimi 20 e 21 settembre a Piazzetta Pedrocchi, presso la Sala Rossini del Caffè Pedrocchi e a Palazzo Moroni. All'Assemblea partecipano oltre 200 soggetti tra pubblici amministratori ed esperti, per due giorni di confronto sui temi più attuali sul fronte della sostenibilità con la presenza di illustri ospiti.


 

L’Assemblea sarà soprattutto l’occasione per presentare due importanti iniziative: la prima, è la nascita di un nuovo network chiamato “il clima cambia la città”. Si tratta di un gruppo di città e di esperti coinvolti in progetti sull’adattamento ai cambiamenti climatici che intendono costituire, con il supporto del Ministero per la Tutela dell’Ambiente, del Mare e del Territorio e del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, questa rete. Durante l’Assemblea si incontreranno le città che hanno già maturato esperienze significative, o che stanno avviando progetti, sull’adattamento e la resilienza ai cambiamenti climatici, al fine di condividere obiettivi e metodi di lavoro della futura rete. Interverranno alla presentazione Daniela Luise Direttore del coordinamento Agenda 21 locale, Piero Pelizzaro Responsabile Cooperazione Internazionale Kyoto Club (LEGGI L’INTERVISTA) e Paola Giannarelli della segreteria tecnica del Ministero dell’Ambiente.


 

Il network, oltre che supportato dal Ministero per la Tutela dell’Ambiente e dal Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, è coordinato da Kyoto Club, Iuav, Eurocube, Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti Climatici, Ambiente Italia, Indica e Assaico.

Il 16 aprile scorso, la Commissione europea ha adottato la strategia europea di adattamento al cambiamento climatico, strategia mirata al rafforzamento del livello di preparazione e della capacità di reazione agli impatti del cambiamento climatico a livello locale, regionale, nazionale e dell’Unione. Obiettivo di questa strategia è soprattutto quello di incoraggiare gli Stati Membri ad adottare la propria strategia nazionale. In vista proprio della definizione di una strategia a livello nazionale, Il Ministero dell’ambiente ha appoggiato la nascita di questo network.


 

L’altra iniziativa è la presentazione dell’edizione italiana di State of the World 2013 del prestigioso Worldwatch Institute dal titolo “É ancora possibile la sostenibilità?”, titolo quanto mai attuale e significativo. In 34 capitoli scienziati, leader internazionali ed esperti di politica, filosofia ed economia analizzano e propongono l’individuazione di politiche ed azioni che ci possono mettere sulla strada della prosperità, senza intaccare il benessere delle generazioni future. La sfida del rapporto State of the World 2013 (a cura di G. Bologna WWF per Ed. Ambiente) è quella di cercare di ridare un senso al termine “sostenibilità”, superando la mera visione di strumento di marketing.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

Torna su
PadovaOggi è in caricamento