Alfredo Accettulli, pilota di Montagnana, sia aggiudica il secondo posto al Motors rally show Pavia

Il portacolori di TenJob, archivia il primo impegno stagionale alla guida della ritrovata Mitsubishi alle spalle di Gianesini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Una prima presa di contatto più che positiva per Alfredo Accettulli che, in occasione della quarta edizione del Motors Rally Show Pavia, mette in bacheca il primo trofeo stagionale.

Il pilota di Montagnana, in gara con la Mitsubishi Lancer Evo IX gruppo R curata da Assoclub Motorsport, ha concluso la due giorni sul circuito di Castelletto di Branduzzo al secondo posto, dietro ad un mastino che non ha bisogno di presentazione come Marco Gianesini.

Il portacolori della scuderia TenJob, il quale condivideva l'abitacolo con Marinella Bonaiti per la prima volta, ha lamentato qualche problema di gioventù alla trazione integrale nipponica, in avvio, senza mai distogliere lo sguardo dal vero obiettivo di giornata, quello di riprendere confidenza con una tipologia di guida ben diversa dalla Renault Clio Williams gruppo A, utilizzata lo scorso anno. «Eravamo pochi ma buoni – racconta Accettulli – e quando ti ritrovi in classe un pilota del calibro di Gianesini sai bene che la lotta sarà davvero dura. Dal canto nostro eravamo all'esordio sulla Lancer in versione R4, avendo guidato nel passato solamente la gruppo N. L'auto ha un potenziale decisamente elevato, è molto generosa. Chiaro che contro le R5 non c'è storia, stiamo parlando di generazioni diverse e non abbiamo nulla da pretendere. Assieme ai ragazzi di Assoclub Motorsport abbiamo lavorato a lungo sul setup e, siamo consapevoli, ci vorrà del tempo per poterla cucirsela addosso come vogliamo. Lavoreremo sodo, certamente».

Un avvio travagliato sulla “ACI Pavia” sabato pomeriggio, complice qualche noia tecnica, rallentava pesantemente il passo di Accettulli, il quale migliorava sensibilmente sulla successiva “Castelletto Circuit”.

Si ripartiva alla Domenica con il pilota della Mitsubishi Lancer Evo IX R4 che risaliva, dopo la prima tornata, sino al trentunesimo posto nella generale. Qualche problema di usura eccessiva alle gomme non frenavano il montagnanese, in grado di recuperare sino alla ventinovesima casella, secondo di classe R4. Una prima pistaiola con un bilancio contraddistinto dal segno positivo, in vista di quello che può essere considerato come un appuntamento di casa: il Rally del Grifo.

«A parte qualche problema tecnico – sottolinea Accettulli – siamo comunque soddisfatti del nostro pacchetto. Siamo fiduciosi che gli sforzi fatti sino a qui, assieme a quelli futuri, ci porteranno ottimi frutti. Un particolare ringraziamento lo voglio fare a mio cognato Manolo, uomo dalle mille risorse che mi segue sempre, e alla mia compagna Margherita, la quale ha gestito perfettamente tutta la trasferta. Grazie a TenJob che mi sostiene, sempre, ed è come essere in famiglia. Complimenti a Marinella che è riuscita ad assecondare ogni mia esigenza, ad alto livello di professionalità. Complimenti a tutta l'organizzazione, è un peccato che questi eventi vengano così sottovalutati dai puristi del rally. Il mirino è ora puntato sul Rally del Grifo».

Torna su
PadovaOggi è in caricamento