Societari atletica: dominio per i maschi di Assindustria Sport, sfortunate le donne

A Imola stravincono la finale argento e sono promossi, a Firenze formazione femminile undicesima nella finale oro. Diversi gli acuti individuali

Dominio della squadra maschile, che stravince la Finale Argento di Imola con 15.5 punti di vantaggio sul secondo posto della Virtus Lucca, guadagnandosi la promozione nella massima serie. Undicesima piazza per la formazione femminile nella Finale Oro di Firenze, risultato che la fa scendere di una categoria, anche se, ovviamente, nulla è ancora scritto in vista della prossima stagione, perché i risultati andranno confermati sul campo. È il bilancio dei due team di Assindustria Sport Padova al termine della fase nazionale dei Campionati di Società di atletica leggera.

Podi e vittorie

Nel conto 5 vittorie gialloblù e 14 podi complessivi, con diversi acuti. Su tutti quello di Laura Dalla Montà, che fa il vuoto dietro di sé nei 3.000 siepi del capoluogo toscano in 10’24”28, in una rassegna in cui anche Carol Zangobbo e Yusneysi Santiusti sono andate a medaglia, rispettivamente nel lungo (6.20) e nel doppio giro di pista (2’05”64), finendo seconde. Più numerose le affermazioni maschili, con la doppietta di Oscar Chelimo fra 1.500 (3’49”86) e 5.000 (13’54”25), il successo di Francesco Cappellin nei 400 metri (48”07) e quello di Michele Friso nel martello (56.48), ma sono stati davvero in tanti a esprimersi al massimo livello, da Matteo Miani, che ha cancellato i tre nulli della fase precedente nell’asta, salendo a quota 4.60 e finendo secondo, alla staffetta 4x400, anch’essa sulla piazza d’onore in 3’16”49, da Andrea Forcato, terzo nel giro di pista con ostacoli in 53”28, a Federico Camuffo e Valerio Forgiarini, che hanno ottenuto lo stesso piazzamento rispettivamente nell’alto (2.06) e nel disco (50.79). E Francesco Greggio, sul secondo gradino del podio nei 200, ha addirittura firmato il suo personale in 21”46, assicurandosi anche il minimo per gli Assoluti. Peraltro, al personale è arrivato anche Fabrizio Ceglie nei 100, terzo in 10”67, ma con troppo vento a favore (2,4 metri al secondo).

Assenze di peso

«La squadra maschile si è riscattata prontamente, facendo vedere quanto vale. Per la squadra femminile non ci sono recriminazioni né rimproveri: abbiamo pagato alcune assenze di peso, come quella di Elena Vallortigara nell’alto, e ci siamo scontrati con squadre più forti, ma tutte le atlete hanno fatto il loro dovere», commenta il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro. «Credo sia doveroso sottolineare che siamo arrivati qui con due team costruiti pressoché interamente con le nostre forze, “coltivando” sin dal vivaio i nostri atleti: non è da tutti. L’anno prossimo ospiteremo la Finale Oro allo Stadio Colbachini, assegnando gli scudetti dell’atletica leggera: un appunto molto importante in cui cercheremo di farci trovare pronti. La formula dei Societari favorisce la presenza degli uomini, appena promossi, ma comunque chiamati a confermare il punteggio di ammissione, ma non è escluso che anche le donne possano esserci, se ci saranno eventuali défaillance fra le qualificate di diritto».

Tutti i risultati

DONNE. 100: 8. Hope Esekheigbe 12”11 (-0.5); 200: 13. Esekheigbe 25”28 (-0.1); 400: 10. Yusneysi Santiusti 56”30; 800: 2. Santiusti 2’05”64; 1.500: 10. Laura De Marco 4’40”13; 5.000: 10. Laura Dalla Montà 17’23”27; 3.000 siepi: 1. Dalla Montà 10’24”28; 100hs: 11. Veronica Zanon 14”68 (+0.1); 400hs: 13. Francesca Biondi 1’06”48; alto: 9. Elisa Petrin 1.66; asta: 14. Giorgia Quaglio 3.40; lungo: 2. Carol Zangobbo 6.20 (-0.4); triplo: 4. Zanon 13.09 (+2.6); peso: 12. Anna Bonato 11.12; disco: 8. Greta Zin 43.68; martello: 6. Zin 54.91; giavellotto: 12. Giada Dibalà 36.84; marcia 5.000: 14. Anna Lugarini 27’49”76; 4x100: 6. (Esekheigbe, Ilenia Carraro, Laura Moro, Zangobbo) 46”53; 4x400: 12. (Carraro, De Marco, Biondi, Santiusti) 3’57”56. Classifica di squadra: 11. Assindustria Sport Padova 121 punti.

Le squadre

UOMINI. 100: 3. Fabrizio Ceglie 10”67 (+2.4); 200: 2. Francesco Greggio 21”46 +1.2); 400: 1. Francesco Cappellin 48”07; 800: 11. Giulio Slanzi 1’58”92; 1.500: 1. Oscar Chelimo 3’49”86; 5.000: 1. Chelimo 13’54”25; 3.000 siepi: 8. Tommaso Forner 9’32”72; 110hs: 11. Filippo Nicoletti 16”52 (-0.1); 400hs: 3. Andrea Forcato 53”28; alto: 3. Federico Camuffo 2.06; asta: 2. Matteo Miani 4.60; lungo: 9. Marvellous Eghianruwa 6.38; triplo: 4. Eghianruwa 13.96; peso: 10. Federico Rampazzo 12.13; disco: 3. Valerio Forgiarini 50.79; martello: 1. Michele Friso 56.48; giavellotto: 4. Fabio Caldon 56.78; marcia 5.000: Andrea Mercaldo squ.; 4x100: 7. (Adriano Gallinaro, Ling Lei, Paolo Galletta, Ceglie) 42”10; 4x400: 2. (Massimiliano Furini, Forcato, Greggio, Cappellin) 3’16”49. Classifica di squadra: 1. Assindustria Sport Padova 159 punti.

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Anoressia: «Le cause della malattia una combinazione di fattori di rischio sia psichiatrici che metabolici»

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Devastante rogo in un'azienda: collassati due capannoni, morti 100mila tra polli e galline

  • La clinica neurologica diventa internazionale per ospitare la scuola di Parkinson

Torna su
PadovaOggi è in caricamento