Atletica, missione compiuta: Veronica Zanon nuova campionessa italiana di salto in lungo

La giovane di Galliera Veneta, che difende i colori di Assindustria Sport, ha vinto grazie al 6.16 raggiunto all'ultimo salto

Il podio della gara di salto in lungo ai campionati italiani indoor

All’ultimo respiro: Veronica Zanon, da quest’anno in forza ad Assindustria Sport Padova e già finalista europea allieve di Gyor 2018 (nel triplo), apre il suo 2019 conquistando il titolo italiano juniores del lungo nei campionati indoor che si sono appena conclusi ad Ancona.

La vittoria

Decisiva per l’azzurrina di Galliera Veneta la zampata da 6.16 metri piazzata al sesto turno, che le ha consentito di superare in extremis l’altra veneta in pedana, la vicentina Lucrezia Sartori (Ga Bassano), che sin lì conduceva con 6.02. L’ultimo tentativo in pedana evidenzia di nuovo il talento di Zanon, che carbura negli ultimi tre salti con una serie tutta in crescendo e avvicina il personale di 6,22 all’aperto: per la prima volta superato il “muro” dei 6 metri in una prova in sala. Inizia bene, dunque, la stagione della padovana di Galliera Veneta allenata da Ormisda De Poli che lo scorso anno ha aggiornato il primato nazionale allieve del triplo indoor atterrando a 13.08 metri. E dire che Veronica si è presentata al via non al meglio della condizione fisica. «La scorsa settimana dovevo gareggiare nei campionati italiani di prove multiple a Padova ma mi sono fermata prima di iniziare il lungo per via di un problemino all’anca. Sono davvero contenta e sorpresa del mio risultato, perché non ero al massimo delle mie capacità. Ringrazio i fisioterapisti della squadra che mi hanno aiutato a rimettermi a posto», le parole dell’atleta, che racconta così la sua escalation in gara: «Prima dell’ultimo tentativo ero ferma a 5.99 metri, una misura “orribile”, perché è la stessa che avevo raggiunto l’anno scorso e non voleva ripeterla. Ho dato tutto quello che potevo ed è uscito questo 6.16».

Zanon-Ancona19-2

Gli altri risultati

Assindustria Sport torna da Ancona anche con i primati personali realizzati da Edwin Chinedu Ebem, quarto nei 60 a ostacoli e capace di correre in 8”19 e Hope Esekheigbe, sesta nei 60 in 7”68. Per lei e per Ilenia Carraro, anche la finale nei 200 metri Under 20. Ecco i risultati degli atleti di Assindustria Sport ad Ancona: UOMINI. JUNIORES. 60: 14. Ling Wei Lei 7”07 (7”06 in batteria); 60hs: 4. Edwin Chinedu Ebem 8”24 (8”19 in semifinale, PB); triplo: 8. Marvellous Eghianruwa 14.28; asta: 10. Simone Massarotto 4.45. PROMESSE. 60: 13. Paolo Galletta 7”04 (7”02 in batteria); alto: 7. Federico Camuffo 1.94. DONNE. JUNIORES. 60: 6. Hope Esekheigbe 7”68 (PB); 200: 6. Ilenia Carraro 25”41 (25”22 in batteria), 7. Esekheigbe 25”45 (25”30 in batteria); 400: 13. Carraro 59”20; lungo: 1. Veronica Zanon 6.16.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Giovane atleta padovano di 16 anni trovato morto nel sonno: a scoprirlo il padre

  • Cronaca

    Il legale della famiglia Tindaci: «Vogliamo solo la verità e la otterremo in aula. Ma non accettiamo insinuazioni»

  • Cronaca

    Cadavere nel Bacchiglione: esce con l'auto della moglie, poi la tragedia

  • Incidenti stradali

    La cisterna si ribalta: paura per i 35mila litri di gasolio. Ferito l'autista, la strada resta chiusa

I più letti della settimana

  • Dramma nell'Alta Padovana: 47enne si spara in testa dopo aver litigato con la moglie

  • Blitz all'alba: smantellata la banda dei furti in ville e appartamenti, sette arresti

  • Stroncato da un misterioso virus nel giro di una settimana: scomparso il medico Salvatore Albanese

  • Perde il controllo della macchina e sfonda la vetrata del ristorante: paura a Ponte di Brenta

  • Giovane atleta padovano di 16 anni trovato morto nel sonno: a scoprirlo il padre

  • Dramma sfiorato sui Colli: incidente tra ciclisti, uno è gravissimo. É il secondo in pochi giorni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento