Calcio a 5, la Luparense vola: vittoria per 4-2 a Pesaro, e primo posto in classifica

Successo nel turno infrasettimanale del campionato di serie A, decisiva la doppietta di Tobe

Pragmatica e cinica. In questi due aggettivi è racchiusa la prestazione della Luparense, che espugna il difficile PalaFiera e piega 4-2 l’Italservice Pesaro, mantenendo il primo posto della classifica del campionato di serie A di calcio a 5. Una prova di forza e di carattere in un turno infrasettimanale che ha visto le dirette inseguitrici tutte vincenti.

IL PRIMO TEMPO

Pronti via, il match parte subito con l’ammonizione di Humberto Honorio dopo 17 secondi. I padroni di casa sono in palla e prendono il controllo del gioco: è di Stringari, infatti, la prima occasione con un tiro potentissimo che trova la parata d’istinto di Miarelli, fresco di convocazione in Nazionale assieme al capitano numero 9. La squadra pesarese prova, all’inizio del 13esimo, a passare in vantaggio con un’azione corale sciupata da Manfroi che sparaccia alto. Gol sbagliato, gol subito, la legge non scritta del calcio si conferma ancora una volta: minuto 12’50’’Jesulito recupera la spera sulla corsia di destra, pallone servito a Borja Blanco, al suo esordio con i Lupi, che vede Ramon libero al centro; palla verso il brasiliano che calcia sicuro a rete. Ancora una rete per Ramon, già giustiziere all’andata con una doppietta. L’Italservice, però, trova il pareggio a 25 secondi dal termine: Marcelinho intercetta il passaggio in costruzione di Jesulito, palla che va a Stringari che trasforma l’azione offensiva, passaggio ancora verso il numero 15 che dal vertice basso dell’area vede l’accorrente Manfroi che, in caduta, a due passi dalla linea concretizza per l’1-1.

LA RIPRESA

Il tanto lavoro fatto da Pesaro per trovare il pari a fine primo tempo, però, viene vanificato subito in avvio di ripresa: Rafinha, al secondo minuto di gioco, vede il taglio di Jesulito che sfreccia dalla sua metà campo, perfetta diagonale per il piccolo spagnolo che lascia dietro di sé gli avversari e con un tocco preciso di interno supera Micoli per il nuovo vantaggio dei campioni d’Italia. La partita si accende, il ritmo si alza e non mancano occasioni da entrambe le parti. La squadra di Diaz non demorde, insiste e dopo appena quattro minuti raggiunge il pari per la seconda volta, con un’altra regola non scritta: il gol dell’ex. E’ Revert Cortes che di destro, in girata, segna una pregevole rete su azione d’angolo. Nuovo pareggio e tutto da rifare per la Luparense che cede un po’ di terreno in favore degli avversari che creano diverse palle gol, ma nel finale emerge Tobe: al 13’53’’ numero di prestigio per superare il marcatore sulla fascia di destra, palla c’è palla non c’è, e poi tiro dalla distanza che beffa Micoli. I ragazzi di Marin stringono denti e pugni, si soffre nel finale, l’Italservice colpisce anche un legno, ma poi a 50 secondi dal termine con lucidità, nonostante il momento di pressione, la Luparense cala la quarta rete che taglia le gambe e le speranza ai padroni di casa: rinvio dalla difesa, Honorio aggancia con maestria, si gira e serve Tobe che colpisce a botta sicura. Finisce 4-2 il match che proietta la Luparense a quota 40 punti, mantenendo la vetta della classifica. Ora pausa per l’Europeo: si ritornerà a fare sul serio il 17 febbraio con lo scontro al vertice contro Acqua&Sapone.

IL TABELLINO

ITALSERVICE PESARO-LUPARENSE 2-4 (1-1 p.t.)
ITALSERVICE PESARO: Micoli, Stringari, Marcelinho, Fortini, Tonidandel, Francini, Curri, Manfroi, Cesaroni, Revert, Guennounna, Miraglia. All. Ramiro

LUPARENSE: Miarelli, Jesulito, Rafinha, Honorio, Jefferson, Tobe, Duric, Ramon, Lara, Borja Blanco, Pavanetto, Leofreddi. All. David Marìn

MARCATORI: 12’50” p.t. Ramon (L), 19’35” Manfroi (P), 2′ s.t. Jesulito (L), 6’12” Revert (P), 13’53” Tobe (L), 19’06” Tobe (L)

AMMONITI: Honorio (L), Stringari (P), Ramon (L), Lara (L)

ARBITRI: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Salvatore Minichini (Ercolano) CRONO: Luca Serfilippi (Pesaro)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Stroncato da un malore: imprenditore muore nell'azienda fondata quarant'anni fa

  • Tremendo schianto fra tre mezzi: centauro trentenne muore in ospedale

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento