Futsal, finale scudetto: Luparense in rampa di lancio, tra fattore campo e vantaggio nella serie

Mercoledì 30 gara 2 per i campioni d’Italia in carica, che tornano ad affrontare l’Acqua&Sapone al PalaSind dopo il 5-3 della prima sfida

Perché portare la serie sul 2-0 prima del trasferimento in Abruzzo sarebbe davvero tanta roba… Dopo la vittoria per 5-3 in gara 1, la Luparense torna in campo al PalaSind per sfidare l’Acqua&Sapone nella seconda gara della finale playoff.

La carica di patron Zarattini

Fattore campo e vantaggio nella serie: la squadra di coach Marin intende sfruttare ancora la spinta dei 3.500 spettatori del PalaSind per allungare sui nerazzurri di Città Sant’Angelo dopo il vibrante 5-3 del primo match, che ha visto andare a segno Mello (autore di una doppietta), Tobe, Rafinha e Borja Blanco. E a suonare la carica è il presidente Stefano Zarattini: “Quella di lunedì sera è stata una grandissima emozione, abbiamo condotto la gara con grande caparbietà e tecnica e penso che alla fine il risultato sia giusto. Vedere gli spalti gremiti poi è stato motivo di orgoglio massimo, perché il pubblico è stato spettacolare sia prima della partita che durante. Il mio appello è che tutto ciò che si è visto lunedì sera sulle tribune possa ripetersi perché il colpo d’occhio è stato bellissimo, lo sottolineo perché quando il pubblico ti trascina in questa maniera va ringraziato. Grazie anche alla nostra Torçida perché ha cantato a squarciagola incessantemente dall’inizio alla fine e sono certo che anche mercoledì non si tirerà indietro”

Rientra capitan Honorio

Il patron dei rossoblu, poi, si sofferma anche su ciò che potrà dire il campo: “Dobbiamo entrare sul parquet concentrati perché l’Acqua&Sapone partirà a mille vista la situazione di svantaggio e dovremo essere in grado di contenerli. Se riuscissimo a portare la serie sul 2-0 sarebbe un parziale non indifferente in vista della trasferta a Pescara perché poi mancherebbe un ultimo, importantissimo, tassello per alzare per la settima volta il tricolore. Fondamentale per noi sarà il rientro di Honorio, è il nostro capitano e la squadra lo sostiene ciecamente. Lo troveremo riposato dopo il turno di riposo forzato a causa della squalifica e sono convinto che ci renderà ancora più pericolosi rispetto alla gara di lunedì sera. Allo stesso modo voglio comunque sottolineare il fatto che è stato degnamente sostituito dai compagni sia a Dosson che contro gli abruzzesi e ciò sta a significare che abbiamo una rosa completa che può sopperire anche ad assenze pesanti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento