Nuovo stadio: incontro a Palazzo Moroni, c'è anche Andrea Abodi, presidente del credito sportivo

Andrea Abodi, ex presidente Lega serie B e ora presidente del credito sportivo incontra Roberto Bonetto, presidente del Calcio Padova, l'assessore Diego Bonavina e il sindaco Sergio Giordani

Bonavina, Giordani, Abodi e Bonetto a Palazzo Moroni

Alle 13 di giovedì 7 febbraio, a Palazzo Moroni, un tra il presidente del Calcio Padova, Roberto Bonetto, l'assessore allo sport Diego Bonavina e Andrea Abodi, ex presidente Lega serie B e ora presidente del credito sportivo. Non è un mistero che si stia parlando di stadio, ma nessuno dei partecipanti all'incontro ha voluto in nessun modo sbilanciarsi. Anche il sindaco, Sergio Giordani, ha partecipato a una parte dell'incontro che è durato poco più di un'ora e, a detta dei presenti, è stato molto positivo. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Andrea Abodi durante la riunione ha spiegato come funziona il Credito Sportivo, chiarendo che può intervenire fino al massimo del 50 - 70 % del costo dell'opera. Ha anche fatto sapere, il presidente del credito sportivo, di voler curare in prima persona lo studio del progetto. Entro il 28 febbraio tornerà a Padova per capire, in base ai dati che gli sta fornendo la società Calcio Padova, se è possibile poi proseguire con gli step successivi. La risposta finale sul nuovo stadio, si avrà, comunque, solo a inizio estate, come in reltà era già stato annunciato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento