Pallanuoto Plebiscito: femminile di A1 supera Florentia, il maschile cede a Civitavecchia

Positiva la quarta di ritorno per le donne che superano le toscane per 10-5, sbagliano il match gli uomini che impattano contro la formazione romana perdendo 6-4

Grab in una azione di gioco

Quarta giornata di ritorno positivo per le patavine del Plebiscito, che tra le mura amiche di via Geremia tornano alla vittoria superando per 10 a 5 la Rari Nantes Florentia. «La partita è andata come mi aspettavo- commenta il tecnico Stefano Posterivo- siamo partiti un po’ pesanti, abbiamo fatto una settimana impegnativa in vista della Coppa Europea ed oggi abbiamo trovato un buon Florentia. A tratti abbiamo commesso qualche leggerezza, però in generale è stata una buona partita, combattuta, utile anche a prepararci alla settimana prossima».

L'Europa

Sabato 23 febbraio infatti la Lantech//Longwave Plebiscito sarà a Budapest, nella partita di andata dei quarti di finale di Euro League contro l’UVSE (ritorno sabato 9 marzo in casa): «La squadra la conosciamo bene, sappiamo che è di alto livello, già l’anno scorso le abbiamo incontrate e pur avendo pareggiato in casa loro, abbiamo poi ceduto nella giornata di ritorno. Noi vogliamo semplòicemente giocarci tutte le nostre carte, e se ci mettiamo l’atteggiamento giusto, con il fuoco dentro che spesso abbiamo avuto in questi anni, allora sono carte che si possono giocare. Dipende da noi, l’avversario è di qualità, noi dobbiamo dare il meglio che possiamo e vedremo dove arriveremo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Male il maschile

Decima giornata amara per la serie A2 maschile del Plebiscito Padova, che cede in casa al Civitavecchia per 6 a 4. Una partita non brillante da parte i patavini, che il tecnico Igor Martinovic commenta così: «Abbiamo avuto un approccio sbagliato fin dall’inizio, l’abbiamo sofferta davvero troppo. Tre tempi senza fare gol, e poi gli ultimi quattro minuti dell’ultimo tempo abbiamo segnato i 4 gol della partita, ci siamo un po’ svegliati ma ormai era tardi ed eravamo anche abbastanza stanchi. Dobbiamo cambiare atteggiamento e affrontare diversamente le partite, dobbiamo rischiare, fin dall’inizio con un gioco aggressivo senza aspettarsi che gli altri facciano gli errori. Dobbiamo essere noi a creare le azioni e mettere sotto pressione chiunque, i ragazzi devono prendere consapevolezza del loro valore e non tirarsi indietro. Bisogna avere più coraggio e pensare solo a vincere”. Sabato 23 febbraio l’ultima giornata di andata che sancisce la metà del campionato: «La prossima partita ci vedrà contro il Crocera Stadium- continua Martinovic -l’ennesima squadra ligure che incontriamo, e fuori casa è sempre difficile. Però andiamo lì per giocarcela, il 25 maggio a fine campionato tireremo le somme. Piano piano miglioreremo, ci risolleveremo, dobbiamo solo essere più determinati e rischiare di più».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento