Petrarca Scherma, Benedetta Fusetti agli europei di Foggia con la Nazionale Cadetti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Benedetta Fusetti parteciperà ai campionati europei Cadetti e Giovani con la Nazionale Azzurra di Scherma in programma a Foggia dal 22 febbraio al 3 marzo p.v.

La convocazione

Una convocazione attesa da tutto il Petrarca Scherma dopo le recenti importanti afferma-zioni in campo nazionale ed internazionale dell’atleta padovana, cresciuta nella palestra del Petrarca Scherma, a fianco del suo maestro, Cosimo Melanotte. Determinante, ai fini della convocazione, la medaglia d’argento conquistata a Moedling in Austria il 27 gennaio scorso nella prova del Circuito Europeo Cadetti, quando Benedetta ha ceduto solo alla fortissima americana Avakian: «Sono molto contenta per questa con-vocazione – dichiara Benedetta – e cercherò di dare il massimo per fare bella figura».

Attenzione alle ungheresi

Salirà in pedana per il titolo individuale continentale nella cat. Cadetti venerdì 22, giorno dell’apertura della importante competizione e successivamente lunedì 25 per il titolo a squadre. «Le avversarie che temo di più – continua Benedetta - sono le ungheresi perché sono ai primi posti del ranking europeo».

Maddalena Vestidello tra le migliori sciabolatrici della categoria

Nella cat. Giovani convocata, pur come riserva, Maddalena Vestidello. Una posizione che, se da un lato lascia un po’ di amaro in bocca, nello stesso tempo inorgoglisce e dà la misura del valore dell’atleta, tra le migliori sciabolatrici della sua categoria. Con le due atlete, chiamato nello staff tecnico della Nazionale Under 17 e Under 20 di sciabola femminile e maschile il maestro Cosimo Melanotte, che al Petrarca allena le sciabo-latrici: «Benedetta è giovane, ma ha grinta da vendere – dice il maestro Melanotte – tanto è timida e riservata fuori, altrettanto combattente e forte in pedana. Si allena 2 ore al giorno al tiro e 2 volte la settimana col preparatore atletico. Sono convinto che saprà mettere a frutto il duro lavoro di preparazione che ogni giorno la vede impegnata in sala ed in pale-stra».

Nella foto: Benedetta Fusetti; Benedetta col maestro Cosimo Melanotte.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento