Pallanuoto serie A2, al via il campionato del Plebescito con ambizioni di alta classifica

La squadra si presenta ai nastri di partenza rinnovato grazie all’arrivo del nuovo tecnico montenegrino Igor Martinovic e agli inserimenti di diversi atleti di spessore e del vivaio

Reduci dalla quarta posizione, e conseguente qualificazione ai play-off promozione della stagione passata, il Plebiscito si presenta ai nastri di partenza rinnovato grazie all’arrivo del nuovo tecnico montenegrino Igor Martinovic e agli inserimenti provenienti dal vivaio patavino (Lorenzo Leonardi, Nicola Sartore, Alberto Biasutti, Giacomo Calabrese), a quello di uno “straniero” di spessore (il mancino montenegrino Bozo Fanfani, esperto difensore), a quello del giovane talento Matteo Chiodo (classe 2000, da Crotone), e ai due giovani patavini già in A2 l’anno scorso, Luca Tosato e Iago Tognon, che vanno ad aggiungersi al gruppo di “veterani” formato da Gianluca Destro, Andrea Segala, Matteo Savio, Jacopo Barbato, Riccardo Gottardo, Francesco Robusto, Jacopo Barbato, Dino Rolla e capitan Michele Tomasella.

L'appello

L’assessore allo sport Diego Bonavina ha lanciato un appello alle aziende, agli organi di stampa e a tutta la città, per supportare realtà come quella della squadra del CS Plebiscito: «Padova è la prima città per lo sport nel Veneto e l’ottava in Italia, una realtà veramente importante. Questi ottimi posizionamenti nazionali sono possibili grazie anche alla società del Centro Sportivo Plebiscito e a tutta la 2001 Team, per l’impegno e i risultati raggiunti sia in ambito femminile e che maschile. Associare il proprio nome ad una realtà come questa, che porta il nome della nostra città in tutta Italia, è interessante e sarebbe motivo di orgoglio per qualsiasi azienda che si voglia avvicinare al mondo dello sport. E’ certamente una grande responsabilità per la squadra e per gli atleti, ma anche quest’anno sapranno affrontare un buon campionato e portare il nome di Padova ancora più in alto».

I protagonisti

«Noi stiamo lavorando per alzare l’asticella- commenta il Presidente Dimitri Barbiero-il cambio tecnico e le novità apportate nella squadra sono finalizzati a migliorare ulteriormente i posizionamenti raggiunti in questi anni e per vincere». Così il direttore sportivo Paolo Pisani: «Il campionato prende il via sabato 24 novembre, dove ci scontreremo subito fuori casa con Bologna, squadra che nella passata stagione ha perso la finale per la promozione in A1. Ci presentiamo a questa prima giornata di campionato con una squadra abbastanza rinnovata, ma che si basa sul blocco storico dei nostri atleti di punta, cui si aggiungono una folta schiera di giovani che abbiamo volutamente portato in prima squadra, abbassando la media d’età da 26.4 a 24.6, abbastanza significativo per un campionato di A2 che presenta un così alto livello di gioco. Diciamo che partiamo per salvarci tranquillamente, visto che il livello si è ulteriormente alzato, quattro/cinque squadre si sono ulteriormente rinforzate, poi vedremo, i play-off sarebbero un buon traguardo».

Il mister

Igor Martinovic, il tecnico chiamato a migliorare ulteriormente dopo un’ottima stagione 2017/2018: «Abbiamo iniziato la preparazione il 10 settembre, e pian piano abbiamo capito chi fosse pronto per prendere parte alla rosa di questa stagione. Abbiamo giocato dei test match con le squadre più forti di quest’anno, e sono rimasto abbastanza soddisfatto di come ci siamo comportati. Da sottolineare che i giovani inseriti in squadra non saranno semplici panchinari, ma saranno protagonisti. Vorrei poi ringraziare tutto lo staff, Paolo e Lucio Pisani, la famiglia Barbiero, il dott. Daniele Del Monte, Davide Molena, allenatore del settore giovanile, e Alberto Zecchini, preparatore atletico, per la collaborazione che stanno dimostrando. Stiamo tentando di inserire i ragazzi in un sistema che vada dall’Under 11 alla prima squadra, costruendo un percorso adeguato a tutte le età ma finalizzato alla massima serie.  Con questo sistema, sono sicuro, in futuro ci saranno atleti che potranno aspirare a conquistare la calottina della Nazionale Italiana».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

  • Grande fiera nel pieno centro del paese: deviazioni per auto e bus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento