Progetto Academy Volley Padova: cinque giovani atlete promosse in prima squadra

Clementi: «Le società si sono unite dal punto di vista sportivo per dare la possibilità di fare pallavolo in una certa maniera, con un direttore tecnico che detta le linee guida»

Tre società sportive padovane e un programma comune per far crescere le giovani promesse della pallavolo. Il Progetto Academy Volley Padova proseguirà anche nella stagone 2020-2021. Eagles Vergati, Pallavolo Valsugana e Pool Patavium metteranno in campo grande impegno di forze ed energie dirigenziali e tecniche con numeri importanti come spiega il Igor Clementi, portavoce dell'Academy e direttore sportivo di Eagles: «Si tratta di una collaborazione sportiva nata dall'idea di tre società che si sono messe insieme dal punto di vista sportivo pur mantendo ognuno la sua indipendenza per dare la possibilità di fare pallavolo in una certa maniera, con un direttore tecnico che detta le linee guida».

Prima squadra

I risultati si sono già visti con cinque atlete promosse in prima squadra e che giocheranno in serie B2 nel prossimo campionato con la maglia Eagles Asd. Si tratta di due giovani classe 2003 e di tre nate nel 2004: Anca Horchidan, Lara Libera, Sabrina Grecea, Nicole Guidolin e Vittoria Parlato. «L'obiettivo principale è quello di dare benzina alla prima squadra - chiarisce Clementi, tra i più convinti ideatori dell'Academy - e il fatto che queste ragazze abbiano la possibilità di crescere andando a fare esperienza in una serie importante come la B2 dimostra la bontà del lavoro iniziato un anno fa».

Difficoltà e speranze

Va sottolineato come quella dell'Academy sia un'idea nata molto prima dell'emergenza dovuta al Coronavirus: «​l sogno è quello, un giorno, di poter schierare una prima squadra composta tutta da atlete provenienti dall'Academy. Il salto in serie B2 è notevole, soprattutto per chi ha fatto solo le giovanili. Arrivare in una categoria nazionale non è cosa da tutti i giorni. Loro cinque devono essere un esempio per le compagne e per tutte quelle ragazze che ancora possono crescere e alzare l'asticella. Ci sono anche altre atlete che all'interno dell'Academy che sono attenzionate. C'è un lungo lavoro di collaborazione tra allenatori delle varie formazioni e i direttori tecnici. Queste ragazze entreranno nel mondo dei grandi, pur continuando a militare anche nei tornei della loro categoria. E' un doppio impegno ma l'entusiasmo che ci hanno dimostrato fa capire la validità del progetto. Un giorno, se ce la metteranno tutta, potranno puntare a diventare delle professioniste».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento