Rugby, amichevole "pazza" per il Petrarca: tre tempi da venti minuti, e niente calci piazzati o trasformazioni

Giocata sabato 18 agosto in quel di Verona con regole stabilite dall'allenatore della squadra scaligera: i patavini hanno conquistato la vittoria segnando sei mete

Tre tempi da venti minuti senza punizioni né trasformazioni: non sono le regole di un nuovo sport, bensì quelle stabilite dall'allenatore del Verona Rugby nella "pazza" amichevole disputata dal Petrarca Padova sabato 19 agosto in terra scaligera.

L'amichevole

Il motivo esatto di tale cambiamento non è dato saperlo, ma potrebbe anche essere legato alla condizione fisica non ancora ottimale e quindi alla necessità di non sovraccaricare troppo le squadre. Sta di fatto che il Petrarca si è fatto valere anche con queste regole, ricominciando da dove aveva concluso. Ovvero vincendo: sei mete siglate e una subita, nonostante le assenze di Cannone, Fadalti, Grigolon, Lamaro e Rizzo a cui si sono aggiunti all'ultimo gli acciaccati Cugini, Michieletto e Su'a. Questo lo "starting XV" patavino: Ragusi; Capraro, Favaro, Belluco, Navarra; Zini, Francescato; Manni, Goldin, Conforti; Gerosa, Saccardo; Rossetto, Marchetto, Braggiè. Sono poi subentrati: Acosta, Belluzzo, Borean, Cortellazzo, Gatto, Mancini Parri, Menniti Ippolito, Nostran e Trotta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento