Attualità

Agrex: si decide il futuro dei lavoratori

«Ancora una volta confermiamo che i lavoratori si tutelano salvaguardando i loro posti di lavoro e non gli interessi di sedicenti imprenditori», ha dichiarato Loris Scarpa della Fiom

E' stata fissata per sabato 1 febbraio, la firma per la retrocessione dalla Agrex srl: i 45 lavoratori, che non prendono la paga da novembre, torneranno in capo alla Mo.Pe.Ri spa. La Mo.Pe.Ri spa, in fallimento, richiederà la cassa integrazione per i lavoratori e le lavoratrici e valuterà le possibili offerte per il futuro dell’azienda.Intanto la Fiom ha chiesto l’intervento del Prefetto affinché il percorso non abbia ulteriori intoppi.Nel frattempo, è giunta notizia che l’udienza per il fallimento della Agrex srl, nelle persone di Zaramella, Kruglyk e Sindoca, è stata fissata per il 6 marzo.

Fiom

Loris Scarpa, segretario della Fiom di Padova, conferma che la lotta che è stata portata avanti in questi mesi sta dando i primi risultati: «Ora ci impegneremo per trovare delle soluzioni economiche per i lavoratori stremati da questi mesi senza compenso per la ripartenza dell’azienda. Ancora una volta confermiamo che i lavoratori si tutelano salvaguardando i loro posti di lavoro e non gli interessi di sedicenti imprenditori».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrex: si decide il futuro dei lavoratori

PadovaOggi è in caricamento