Attualità

Alessio B: una gigantesca Wonder Woman all'ospedale di Padova

Il murale, alto circa 7 metri, è dedicato agli operatori sanitari impegnati durante l’emergenza coronavirus e sarà visibile dalla rampa d’accesso del Pronto Soccorso centrale

A fine lockdown una sua Wonder Woman in camice, stetoscopio e mascherina era comparsa su un muro nelle vicinanze dell’Ospedale Sant’Antonio per ringraziare medici, infermieri e operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta contro il Covid-2019. Lo street artist Alessio- b torna a riproporre lo stesso omaggio, questa volta direttamente all’interno dell’Ospedale di Padova, dipingendo la sua eroina alta quasi 7 metri. Il murale, che l’artista sta eseguendo in questi giorni in accordo con l’Azienda Ospedaliera, campeggerà infatti sulla parete esterna della centrale termica del nosocomio padovano e sarà ben visibile dalla rampa d’accesso del Pronto Soccorso. Per eseguire la grande opera verranno utilizzate delle speciali pitture con tecnologia Airlite, che, attivate dalla luce, sono note a livello internazionale per la capacità di purificare l’aria depurandola dall’88,8% dagli agenti inquinanti. L’opera verrà realizzata con il supporto dell’Associazione Culturale Cimi, realtà promotrice della Biennale di Street Art di Abano Terme e Padova.

«Sono davvero fiero di poter realizzare la mia Wonder Woman dentro all’Ospedale della mia città. Non riusciremo mai a ringraziare abbastanza il personale sanitario per quanto è riuscito a fare in questi mesi: è grazie all’incredibile tenacia, forza d’animo e umanità di queste persone se siamo riusciti a superare questo momento così delicato. Spero che questo tributo, così ben visibile, riesca ad esprimere la gratitudine di tutta la cittadinanza nei confronti di questi straordinari eroi», ha dichiarato Alessio-b. «Quest’opera non vuole rappresentare solo un gigantesco ‘grazie’ rivolto al personale sanitario, è anche un simbolo di speranza per il futuro. Alle spalle vogliamo lasciarci i mesi più bui di questa emergenza e siamo consapevoli che a proteggere e tutelare la nostra salute ci sono persone instancabili e qualificatissime», ha dichiarato Carlo Silvestrin, gallerista e promotore della Biennale di Street Art di Abano Terme e Padova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessio B: una gigantesca Wonder Woman all'ospedale di Padova

PadovaOggi è in caricamento