rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Attualità

Dopo la pandemia, riparte in presenza la colletta alimentare dei supermercati Alì

I volontari raccoglieranno prodotti a lunga conservazione per le strutture caritative convenzionate con Banco Alimentare, dalle mense per i poveri, alle comunità per i minori, dai banchi di solidarietà, ai centri d’accoglienza: un gesto concreto per una necessità essenziale

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare, compie 26 anni e torna nella sua versione originaria “in presenza” sabato 26 novembre. Nei supermercati Alì e Alìper i volontari raccoglieranno prodotti a lunga conservazione (omogeneizzati alla frutta, tonno e carne in scatola, olio, legumi, pelati) per le strutture caritative convenzionate con Banco Alimentare, dalle mense per i poveri, alle comunità per i minori, dai banchi di solidarietà, ai centri d’accoglienza: un gesto concreto per una necessità essenziale.

I Canella

«Abbiamo più volte condiviso l'importanza della partnership siglata con Banco Alimentare per andare incontro ad un bisogno primario di tante persone e famiglie in difficoltà economica, consapevoli del fatto che il sostegno alimentare è il primo passo di un percorso di inclusione sociale - evidenzia Gianni Canella, vice presidente di Alì Supermercati - .Quello che si è dipinto negli ultimi tempi è uno scenario drammatico. L'emergenza sociale scaturita da un quadro macroeconomico sempre più complesso, ha ulteriormente ingrossato le fila dei nuovi poveri: sempre più persone infatti si trovano di fronte alla necessità di rivolgersi ai servizi sociali per un primo sostegno di tipo alimentare. Questo il motivo per cui continuiamo a sostenere Banco Alimentare e tutte le realtà caritative del nostro territorio attraverso svariati progetti: da gennaio 2022 siamo riusciti a donare, grazie alla collaborazione con i nostri clienti, 519.974 pasti (equivalenti a 259.987 kg* di prodotti di prima necessità) a chi ha più bisogno, attraverso la spesa solidale, il recupero alimentare e il concorso Premialì.it. Un aiuto concreto che crediamo possa essere esteso a molte altre famiglie perché siamo convinti che solo insieme si riesca a migliorare la vita alle persone».

Banco alimentare

«Nel corso degli anni siamo stati chiamati ad affrontare la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare nelle più disparate situazioni ma, mai come quest’anno, l’impegno a parteciparvi ha un significato di condivisione dei bisogni di chi vicino a noi si trova in difficoltà. Tutto intorno a noi tende ad instillare un senso di paura e di instabilità: la Giornata della Colletta Alimentare è l’occasione per dimostrare, ancora una volta, che insieme possiamo dare un piccolo grande segnale concreto di fratellanza e solidarietà e di affermare in modo semplice e concreto il diritto universale a una nutrizione equilibrata, come previsto dal secondo obiettivo di sviluppo sostenibile di Agenda 2030 dell’Onu. La pluriennale collaborazione tra Banco Alimentare del Veneto e Gruppo Alì è un esempio concreto di come insieme si possa fare la differenza, proponendo un gesto semplice che racconta il vero valore della gratuità e della condivisione del bisogno» Dichiara Adele Biondani, Presidente del Banco Alimentare del Veneto Onlus

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la pandemia, riparte in presenza la colletta alimentare dei supermercati Alì

PadovaOggi è in caricamento