Attualità Monselice

Anche Massimo Carlotto alla cena solidale in favore dei lavoratori pakistani sfruttati

La cena si è tenuta al Parco Buzzaccarini, a Monselice. Lo scrittore sul caso Grafica Veneta: «Quello della filiera del libro è un mondo che vive di precariato. Anche la cultura ha perso l'innocenza»

C’era anche lo scrittore Massimo Carlotto alla cena solidale in favore dei lavoratori della BM Service, la cooperativa che trattava come schiavi i suoi dipendenti impiegati in diverse aziende, tra cui Grafica Veneta. La cena si è tenuta martedì 14 settembre al Parco Buzzaccarini, a Monselice, iniziativa organizzata insieme ad Adl Cobas.

Filiera

Ad aprire la serata l'intervento del delegato ADL Cobas Luca Dall'Agnol, che ha riassunto ai presenti i fatti e raccontato quelli che sono gli obiettivi della trattativa in corso, un percorso autonomo rispetto alle vicende giudiziarie. Massimo Carlotto è intervenuto subito dopo D'Agnolo e gli interventi di alcuni dei lavoratori pakistani che hanno subito violenze e vessazioni: «La fascetta è un modo per fare della pubblicità in più a un libro, un vezzo, capriccio richiesto da degli autori. Il bollino è una garanzia per l’autore. Mi pare davvero grottesco tutto questo». Apre così il suo intervento Carlotto. L'autore si riferisce alle mansioni in cui erano impiegati questi lavoratori, nella fattispecie presso Grafica Veneta. «Ho aderito insieme ai soliti - lo sottolinea due volte l’autore Massimo Carlotto - soliti scrittori, all’appello per questi lavoratori. Hanno aderito in pochi perché anche il mondo della cultura ha perso l’innocenza. Quello della filiera del libro è un mondo che vive di precariato. Una realtà che comprende traduttori, lavoratori delle case editrici. Questo è un tema di cui bisogna parlare, peccato che al Salone del Libro di Torino non abbiano voluto seguirci in questo. Il precariato è una delle basi si cui si poggia questa filiera». Intanto nella mattinata di mercoledì 15 settembre è previsto un nuovo incontro in Prefettura, alle ore 10.00, che vedrà i sindacati e le aziende coinvolte ritrovarsi di nuovo di fronte al Prefetto. 

d0c89763-45b9-4397-8c7d-d8c1f56419fe-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Massimo Carlotto alla cena solidale in favore dei lavoratori pakistani sfruttati

PadovaOggi è in caricamento