Banchi a norma, bus navetta verso gli istituti e lezioni in presenza: la scuola riparte in sicurezza

Si è conclusa martedì 8 settembre, nelle scuole di Albignasego, la consegna dei 340 nuovi banchi di dimensioni ridotte per rispettare le distanze prescritte dalle norme anti-Covid

La dirigente scolastica Federica Silvoni e il sindaco FIlippo Giacinti

Si è conclusa martedì 8 settembre, nelle scuole di Albignasego, la consegna dei 340 nuovi banchi di dimensioni ridotte per rispettare le distanze prescritte dalle norme anti-Covid.

Banchi

I nuovi banchi, alla cui consegna hanno assistito sia il sindaco Filippo Giacinti che la dirigente scolastica, Federica Silvoni, sono stati consegnati insieme a nuovi arredi, cattedre e alcune lavagne multimediali. Sottolinea il sindaco Giacinti: «Tutto è pronto per riaprire le scuole e per iniziare un nuovo anno scolastico. I lavori di edilizia leggera eseguiti all’interno e all’esterno dei plessi scolastici nel corso dell’estate, consentiranno agli alunni di frequentare la scuola in totale sicurezza: e non sarà necessario andare in deroga alle distanze costringendo i ragazzi ad indossare la mascherina per tutta la durata della lezione. Buone notizie anche per le navette dirette alle scuole superiori, che saranno attive anche quest’anno e partiranno regolarmente lunedì».

Lavori e lezioni

Sono in fase di conclusione i lavori all’esterno delle scuole, con la creazione di camminamenti che consentano di creare più percorsi di accesso e uscita separati, mentre sono già terminati nei giorni scorsi i lavori eseguiti all’interno degli edifici scolastici: 11 nuove classi sono state allestite nelle scuole primarie elementari e 2 alle medie, per un costo di 230 mila euro, di cui 120 mila a carico del Comune. Gli interventi di ampliamento dei plessi scolastici, realizzati dalla Città di Albignasego negli ultimi anni, consentiranno ai ragazzi di restare nelle loro scuole, salvando gli spazi della mensa, le palestre e i laboratori di informatica. Tutti gli alunni saranno quindi a scuola, pertanto nessuno sarà costretto a seguire lezioni on line da casa né a recarsi in edifici diversi dalle scuole. Così come non è stato necessario rinunciare alle mense per riadattarle a nuove aule, cosa che avrebbe costretto i ragazzi a mangiare in classe con monoporzioni o addirittura a tornare a casa. Gli alunni, pertanto, continueranno a pranzare regolarmente con i pasti caldi. Il tempo pieno (con servizio mensa) sarà attivo dalla fine del mese di settembre, con l’arrivo degli insegnanti e del personale aggiuntivo messo a disposizione dallo Stato: un servizio attivo ormai da 10 anni. Salvi anche i laboratori di informatica, sui quali il Comune ha sempre in vestito molto. L’ampia dotazione di strumenti multimediali all’avanguardia, infatti, fa delle scuole di Albignasego le poche in Italia a potersi definire 2.0.

Il commento

Aggiunge il sindaco Giacinti: «Garantire le lezioni in presenza all’interno delle proprie scuole e aver salvaguardato le mense, i laboratori di informatica, le palestre è un risultato molto importante e non scontato, se pensiamo a cosa sta accadendo in altre città» prosegue il sindaco Giacinti, «frutto di lungimiranza, attenzione, lavoro sinergico con tutti gli attori in causa e importanti investimenti, che riteniamo doverosi quando si tratta della sicurezza dei nostri ragazzi. Un’estate difficile, una corsa contro il tempo, che ha visto lavorare quotidianamente, fianco a fianco, dirigente scolastica, collaboratori, amministratori e uffici comunali, con il costante supporto e confronto con Consiglio di istituto e Comitato genitori: i migliori risultati si ottengono sempre con il gioco di squadra».

Bus navetta

Da lunedì ripartirà anche il trasporto scolastico, con il solo percorso di andata, finché non si avrà l’orario definitivo previsto per fine mese con l’arrivo degli insegnanti, e verranno attivate anche le navette per gli istituti superiori: una verso il Cornaro-Gramsci, due verso i tre istituti di via dei Colli, con capienza all’80%, come previsto dalla normativa anti-Covid, che hanno comportato per il Comune un investimento di 100mila euro.

silvoni giacinti con nuovi banchi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Investito in bicicletta dal rimorchio di un camion: 14enne in fin di vita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento