rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Attualità

Appe, un video per celebrare la resilienza delle esercenti

Si tratta di un video in cui, semplicemente, le donne in questione simbolicamente si tendono una mano, si guardano da lontano, si abbracciano in un gesto ampio, allegorico, si passano il microfono

L’Appe (Associazione provinciale pubblici esercizi) ha scelto l’8 marzo, la giornata internazionale della donna, per pubblicare un video nel quale 8 imprenditrici del mondo dei pubblici esercizi si descrivono, in poche battute. Guardano in camera con fermezza, sorridono. 

Il video

Nelle loro parole si celano le difficoltà, le soddisfazioni e le prospettive nella gestione delle loro attività, si cela la voglia di ripartenza dopo due anni molto difficoltosi per bar, ristoranti e similari. Si tratta di un video in cui, semplicemente, le donne in questione simbolicamente si tendono una mano, si guardano da lontano, si abbracciano in un gesto ampio, allegorico, si passano il microfono. «Non a caso – conferma Ilenia Luca, dirigente Appe e componente del Comitato imprenditoria femminile della Camera di commercio di Padova – abbiamo scelto la simbolica data dell’8 marzo per dare voce alle colleghe imprenditrici nel settore dei pubblici esercizi». Un settore, quello della somministrazione di alimenti e bevande, che si suddivide in molte categorie: l’APPE ne ha elencate otto, individuando una testimonial per ciascuna di esse. Si va così dal bar, al ristorante “generico”, dal ristorante per cerimonie, alla pizzeria, dal locale serale al catering, per finire con gelateria e pasticceria. «Ne è nata – prosegue Ilenia Luca – una sorta di poesia che mette in scena l’essere donna, imprenditrice ed esercente oggi, in un momento così particolare, dopo due anni molto complicati per il nostro settore e con prospettive future messe in discussione da guerra e inflazione». Curiosi? Il video è visualizzabile a partire da martedì 8 marzo sulla pagina Facebook “appepadova”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appe, un video per celebrare la resilienza delle esercenti

PadovaOggi è in caricamento