Ampliamento parcheggi scambiatori in due stazioni, arriva il via libera della Giunta

Ad annunciarlo è l’assessore regionale Elisa De Berti: gli interventi riguarderanno i parcheggi di Busa di Vigonza e di Vigonza-Pianiga

Uno dei parcheggi scambiatori di Vigonza

«Mi ero personalmente assunta l’impegno all’inizio del mandato di allargare e sistemare i parcheggi scambiatori lungo la linea ferroviaria Padova-Venezia, in corrispondenza delle fermate di Busa di Vigonza e di Vigonza-Pianiga, e venerdì 29 novembre la Giunta, su mia proposta, ha dato il via libera a un provvedimento che consente di dare concreto avvio alla realizzazione delle opere, cofinanziate dalla Regione con le risorse previste per l’ammodernamento e il potenziamento infrastrutturale del Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale»: così l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, annuncia l’approvazione dello schema di Protocollo d’Intesa fra la Regione del Veneto, Rete Ferroviaria Italiana Spa e Comune di Vigonza, che definisce le modalità di realizzazione dell’ampliamento del parcheggio della fermata di Busa di Vigonza e la riorganizzazione dell’area di quello corrispondente alla fermata di Vigonza-Pianiga, al fine di renderla maggiormente fruibile. 

L’investimento

L’investimento complessivo previsto è di 2,1 milioni di euro, finanziati per 950mila euro ciascuno da Regione Veneto e RFI, e per 200mila euro dal Comune di Vigonza, che assumerà il ruolo di stazione appaltante, occupandosi anche della progettazione delle opere. La stazione di Busa di Vigonza costituisce punto di riferimento per l’utenza in arrivo dalla zona di Cadoneghe e comuni limitrofi e dalla Riviera del Brenta: il relativo parcheggio di una cinquantina di posti auto è del tutto insufficiente per le reali esigenze degli utenti. Anche la stazione di Vigonza-Pianiga è ubicata in una posizione strategica e viene quotidianamente utilizzata da utenti provenienti dalle provincie di Padova, Venezia e Treviso. 

Milano-Venezia

Aggiunge l’assessore De Berti: «La Milano-Venezia è l’infrastruttura ferroviaria più importante in ambito regionale ed è utilizzata sia per le connessioni a medio e lungo raggio, sia, date le intense relazioni della zona con la città di Padova e l’area metropolitana di Venezia, per quelle brevi, di collegamento tra i centri minori e le città capoluogo. Consistente, quindi, è il numero di viaggiatori, studenti e lavoratori pendolari in particolare, che frequentano, oltre alle stazioni principali, le fermate ferroviarie “minori” presenti lungo la linea. E proprio dai cittadini e dagli utenti che utilizzano le fermate di Vigonza ci erano giunte le richieste di provvedere a rendere più capienti e funzionali le aree destinate a parcheggi scambiatori, ormai carenti e inadeguate».

Parcheggio stazione Vigonza Pianiga-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Due contagiati nel comune di Saccolongo: a scriverlo il sindaco su Facebook

Torna su
PadovaOggi è in caricamento