Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Il Comune assume 24 disabili come guide museali e bibliotecari

Tramite i recenti concorsi l'amministrazione non era riuscita a raggiungere il numero previsto per legge. Ora si passa per il Centro per l'impiego. In ballo il "posto fisso"

L'assessora Francesca Benciolini durante l'ultimo concorso comunale

L'amministrazione assume 24 disabili. Il Comune di Padova, per procedere all'assunzione di personale diversamente abile, ha approvato e presentato a Veneto Lavoro, ufficio Collocamento Mirato dell'ambito di Padova, tre richieste di avviamento numerico di persone per i profili professionali di categoria B, per i quali è prevista la scuola dell'obbligo, tra cui 6 guide museali, 5 unità di esecutore amministrativo e 4 bibliotecari.

La procedura

Prevede che il Centro per l’impiego mandi dei nomi presenti nei suoi elenchi, che il Comune procederà a selezionare. Le persone selezionate dovranno svolgere un tirocinio propedeutico all’assunzione. Inoltre, per lo stesso scopo , il Comune pubblicherà sul sito istituzionale www.padovanet.it entro il mese di luglio, un avviso per la chiamata nominativa di 9 unità nel profilo professionale di esecutore amministrativo, sempre di categoria B. In questo caso sarà il Comune stesso a raccogliere le domande e svolgere la selezione. Successivamente ne notificherà gli esiti al Centro per l’impiego per la verifica dei requisiti.

Benciolini

«Questo tipo di selezione che passa attraverso il Centro per l’impiego si rende necessaria perché nei molti concorsi che abbiamo messo in campo non siamo riusciti a raggiungere il numero di persone svantaggiate previsto dalla legge da inserire nell’organico» dichiara Francesca Benciolini, assessora alle risorse umane« e per questo ricorriamo a diverse forme di selezione, avvalendoci del supporto del Centro per l’impiego, che ha proprie graduatorie e ne verrà verificata l’idoneità o meno tramite apposita Commissione. Le persone che verranno selezionate avranno un contratto a tempo indeterminato, in alcuni casi dopo il superamento di un tirocinio formativo. Siamo contenti che il Comune continui ad offrire occasioni di impiego stabile e duraturo a tante persone e che, anche in nome della normativa, sia alta l'attenzione a chi è svantaggiato. Proprio per questo sono state avvertite tutte le associazioni e le realtà che quotidianamente sono a contatto con persone disabili, per dare la maggior visibilità possibile all’avviso».


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune assume 24 disabili come guide museali e bibliotecari

PadovaOggi è in caricamento