Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Attualità

Cento mezzi, 86 corse urbane e 165 extraurbane. Ecco il piano dei trasporti per la riapertura delle scuole

Il 13 settembre si rientra in classe. Per evitare il più possibile i contagi, Prefettura, Comune e BusItalia hanno deciso di aumentare i passaggi dei mezzi pubblici e differenziare gli orari di ingresso negli istituti

Ci saranno 86 corse in più a Padova e 165 che collegherà la città del Santo ai diversi comuni della provincia. Si è svolto nella mattina di oggi 3 settembre in Prefettura l'incontro del tavolo di coordinamento scuola-trasporti, chiamato a definire il più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari del trasporto pubblico locale. In tutto BusItalia metterà a disposizione un centinaio di mezzi in più.

Il tavolo

Sono state preliminarmente esaminate le novità intervenute rispetto al documento operativo adottato lo scorso anno: presenza al 100% degli studenti rispetto al 75% allora previsto e coefficiente di riempimento dei mezzi del trasporto pubblico locale pari all’80% a fronte del precedente 50%. Questi elementi, uniti alla diversa distribuzione della popolazione scolastica che per quest’anno registra una riduzione del numero degli iscritti nelle scuole del capoluogo e un incremento in quelle della provincia, hanno indotto il tavolo a ritenere che l’organizzazione prospettata da Busitalia sia sostanzialmente adeguata anche alle attuali esigenze con la necessità di alcuni correttivi che riguardano il numero degli steward.

I mezzi in più

Al termine dei lavori sono state quindi raggiunte le intese: a fronte del 100% degli studenti in presenza e di un coefficiente di riempimento dei mezzi pari all’80%, l’incremento delle corse giornaliere sarà pari a 86 in ambito urbano e 165 in ambito extraurbano, con l’impiego di circa 100 mezzi aggiuntivi. In più, è previsto un potenziamento del numero degli steward per prevenire assembramenti nelle aree a maggiore rischio, la differenziazione degli orari in ingresso all’interno della fascia oraria (7:45 – 08:30) e l'apertura anticipata dei cancelli con l’impiego del personale ausiliario scolastico assunto in deroga.

Grassi

Al termine dell’incontro il Prefetto Raffaele Grassi ha precisato che le misure individuate saranno oggetto di monitoraggio e verifica ai fini degli aggiustamenti che dovessero rendersi necessari. «Auspico che il comune sforzo organizzativo, insieme al prosieguo della campagna vaccinale e all’obbligo del green pass possano consentire un regolare e ordinato rientro a scuola degli studenti e lo svolgimento in sicurezza delle attività didattiche».

Ragona

«Sono soddisfatto dell’incontro di oggi perché abbiamo messo sul piatto tutte le azioni che ci permetteranno di mantenere un servizio sicuro e di qualità. Metteremo a disposizione 100 mezzi in poi, verranno realizzate 250 aggiuntive e potenzieremo gli stuart. Il passaggio dalla capienza del 50% all’80 % sicuramente rende più agevole il nostro lavoro e continueremo a monitorare perché non si creino situazioni pericolose e come l’anno scorso siamo pronti ad intervenire con ulteriori misure. Nella speranza quest’anno scolastico possa procedere senza stop, per una vera ripresa ma soprattutto per ragazzi e ragazze».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento mezzi, 86 corse urbane e 165 extraurbane. Ecco il piano dei trasporti per la riapertura delle scuole

PadovaOggi è in caricamento