menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid: 2.000 tagli e rasature “sospesi” da Barberino’s per medici, infermieri e operatori sanitari

Barberino’s lancia a Padova l'iniziativa: medici, infermieri e operatori sanitari saranno omaggiati di tagli di capelli o rasature della barba semplicemente mostrando il proprio tesserino

Ringraziare il personale medico che in questi mesi di emergenza da Covid-19 ha messo a rischio la propria vita per prendersi cura degli altri. Con questo obiettivo Barberino’s – Classic Italian Barber, la catena Made in Italy che sta rivoluzionando la professione del barbiere in Italia e che permette di vivere un’esperienza di lusso accessibile e moderna, lancia nel suo barber shop di Padova l’iniziativa “tagli e rasature sospesi” per medici, infermieri e operatori sanitari.

Benessere

Presso il negozio negozio padovano in pieno centro (via Emanuele Filiberto, 10), Barberino’s offre infatti uno spazio tutto dedicato al benessere e mette a disposizione in omaggio 1.000 tagli di capelli e 1.000 rasature o regolazioni della barba con panni caldi a medici, infermieri e operatori sanitari che lavorano nella provincia di Padova. Prenotando - telefonicamente o tramite app su smartphone - il trattamento preferito e semplicemente mostrando il proprio tesserino in negozio, potranno quindi essere ospiti degli esperti barbieri di Barberino’s e, seduti su autentiche sedie da Barbiere interamente realizzate a mano, riscoprire i piaceri della pausa dal  barbiere, come una volta. Le donne potranno comunque cedere il tesserino al proprio partner.

La salute

«Vogliamo ringraziare coloro che, per vocazione e con dedizione, in questi mesi si sono presi cura della nostra salute: adesso tocca a noi prenderci cura del loro look, offrendo un momento di meritato relax e del tempo da dedicare a loro stessi, con la speranza di poterli ripagare, seppur in piccola parte, di questi mesi di affanno», spiegano Michele Callegari e Niccolò Bencini, fondatori di Barberino’s. «Sentiamo forte l’appartenenza a questo territorio, condividiamo l’importanza di fare squadra e vogliamo contribuire con il nostro lavoro. Ci piace pensare che nel nostro piccolo possiamo regalare un momento di felicità a chi da diversi mesi sta combattendo il virus in prima linea». Un’iniziativa che, soltanto su Padova, vale in totale 55mila euro (30mila euro “sospesi” per i tagli di capelli e 25mila euro per rasature e regolazioni barba).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento