rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

In perdita di 38 milioni, ma in linea con le aspettative: approvato il bilancio dell'Ulss 6 Euganea

Tale risultato risente dei costi legati all’adozione di misure a contrasto della pandemia, necessariamente poste in essere anche dopo la fine della riconosciuta emergenza pandemica del 31 marzo 2022, che per l’intero anno hanno pesato per oltre 50 milioni di euro

L’emergenza pandemica da Covid19 ha inciso pesantemente sui costi dell’Ulss 6 Euganea che però, con un grande sforzo organizzativo interno e con il supporto regionale, è riuscita a chiudere il Bilancio d’esercizio 2022 con una perdita significativamente migliorativa rispetto a quella autorizzata dalla stessa Regione del Veneto.

Bilancio di esercizio

“Al netto dei costi che saranno riconosciuti per il periodo di emergenza pandemica fino al 31 marzo 2022, l’Ulss 6 Euganea - dichiara il Direttore Amministrativo, dr.ssa Michela Barbiero - chiude il proprio bilancio d’esercizio 2022 con una perdita inferiore a quella autorizzata dalla stessa Regione con propria DGRV 1617/2022. Il risultato di -38 milioni, infatti, dedotti i 16 milioni di costi per l’emergenza pandemica relativi al solo primo trimestre 2022, è migliorativo rispetto al risultato atteso di -30 milioni autorizzato dalla Regione. L’Azienda sanitaria è soddisfatta del risultato raggiunto, che contribuisce a garantire l’equilibrio del bilancio consolidato 2022 della sanità veneta. Va tuttavia considerato che tale risultato risente dei costi legati all’adozione di misure a contrasto della pandemia, necessariamente poste in essere anche dopo la fine della riconosciuta emergenza pandemica del 31/3/2022, che, per l’intero anno, hanno pesato per oltre 50 milioni di euro. Il Bilancio 2022 è stato inoltre fortemente influenzato dai drastici incrementi dei prezzi delle materie prime che hanno causato una serie di aumenti dei costi unitari dell’energia elettrica e termica, nonché dall’imprevista assistenza a favore dei residenti dell’Ucraina, dai costi per il rinnovo contrattuale nonché dall’aumento delle mobilità passiva, prevalentemente verso l’Azienda Ospedaliera Università di Padova».

Valore di produzione

Il valore della produzione 2022 dell’Azienda Ulss 6 è stato di 1,9 miliardi (nello specifico 1.925.252.725 euro) a cui si contrappongono costi di produzione per 1.938.651.284 euro. Sul totale dei costi la voce prevalente è quella relativa ai servizi sanitari per 1, 2 miliardi di euro, tra cui rientrano la Medicina convenzionata, la farmaceutica, l'acquisto di prestazioni da altre aziende sanitarie, i servizi dedicati ai disabili e agli anziani ecc. Gli altri costi sono imputabili al personale per 340 milioni, all’acquisto di beni sanitari e non sanitari per 187 milioni, ad ammortamenti, accantonamenti e imposte e tasse per 211 milioni

Ricoveri e accessi

Sul fronte delle prestazioni erogate, nonostante la difficoltà di reperire personale sanitario, nel 2022 l’attività ospedaliera ordinaria ha dato un segnale di ripresa rispetto al 2021. I ricoveri di pazienti affetti da Covid 19 hanno comunque, in termini numerici, valori simili a quelli dell’anno precedente, ma la degenza media dei dimessi con diagnosi di covid si è ridotta sensibilmente. Le strutture a gestione diretta dell’Euganea, nell’anno 2022, hanno erogato n° 42.709 ricoveri totali, che, confrontati con il precedente anno fanno registrare +10% di dimessi (di cui 36.318 in regime ordinario e 6391 in regime diurno).  A questi si aggiungono 16.813 ricoveri da parte di strutture private accreditate. Gli accessi in pronto soccorso sono stati 188.978 con un aumento del 16% rispetto al 2021

Prestazioni e attrezzature

Le prestazioni ambulatoriali, in ripresa rispetto al 2021, sono state 9.823.797 di cui 2.966.556 erogate dal privato convenzionato. Particolare sforzo è stato fatto per il recupero delle prestazioni sospese del 2021. Garantito inoltre il mantenimento delle attività territoriali (ADI, Vaccinazioni, screening ecc.). Il 2022 è stato inoltre caratterizzato dalla presa in carico con inchiesta e contact tracing per un totale di circa 316.965 persone, con un numero di contatti tracciati pari a circa 854.000, oltre al completamento della campagna vaccinale covid 19 iniziata nel 2021.  Relativamente agli investimenti, il 2022 è sono caratterizzato dall’avvio di molti lavori, in parte conclusi, relativamente alle Terapie Intensive del P.O. di Cittadella, alle Terapie Intensive del P.O. di Camposampiero e alle Terapie Intensive del P.O. di Piove di Sacco.  Inoltre l’Azienda è stata impegnata anche in tutte le fasi di avvio e organizzazione del PNRR che si concluderà nel 2026 come da programmazione nazionale.  Per quanto concerne le attrezzature sanitarie, nel 2022 sono stati portati a termine tutti gli acquisti di apparecchiature legati al piano di riorganizzazione della rete ospedaliera connesse all’emergenza epidemiologica da Covid19, di cui al DL 34/2020, mentre nell’ambito dell’area della tecnologia informatica nel corso del 2022, all’interno del progetto del nuovo Sistema Informativo Ospedaliero (SIO) della Regione del Veneto, si è provveduto all’acquisizione dei servizi necessari per le integrazioni dei vari SW applicativi Ospedalieri e all’acquisto delle infrastrutture di rete dedicate. Si è proseguito nell’aggiornamento infrastrutturale della rete sia lato telefonia, con upgrade di alcuni componenti delle centrali telefoniche aziendali, sia lato connettività con l’acquisto di nuovi apparati di rete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In perdita di 38 milioni, ma in linea con le aspettative: approvato il bilancio dell'Ulss 6 Euganea

PadovaOggi è in caricamento