I comuni del territorio insieme al Biodistretto dei Colli Euganei

l Biodistretto coordina per la regolamentazione all’uso dei prodotti fitosanitari e per la promozione di una mensa scolastica biologica, territoriale e sostenibili

In questi giorni si è tenuto il primo incontro del tavolo di lavoro intercomunale promosso dal Biodistretto Colli Euganei nell’ambito del progetto Territori Bio misura finanziata da Psr Veneto. L’incontro, ospitato nella sede del Parco Regionale dei Colli Euganei, ha visto la partecipazione di numerosi amministratori venuti in presenza e in diretta online.

L'incontro

Tema dell’incontro è l’adozione di un regolamento all’utilizzo dei prodotti fitosanitari, come da indicazioni regionali, che possa portare a una condivisione comune delle linee guida da applicare. L’uso dei prodotti fitosanitari è particolarmente sentito nel territorio euganeo frequentato dalla popolazione civile, dai turisti che soggiornano alle Terme e dai visitatori che vengono sui Colli Euganei per fare sport, esperienze naturalistiche ed enogastronomiche. Il comitato tecnico delle amministrazioni pubbliche del Biodistretto Colli Euganei ha iniziato a lavorare su questa opportunità riunendosi già a partire dal 2019 e continuando nel 2020. Tra le motivazioni per mettere d’accordo i comuni su unico regolamento comune vi sono quelle di dare regole omogenee all’area collinare e pedecollinare che presenta caratteristiche ambientali, economiche, sociali comuni e di costruire una cultura ambientale comune che sia attenta alle aree frequentate dalla popolazione o da gruppi vulnerabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quindici comuni

La proposta è stata fatta ai 15 comuni che fanno parte del Territorio euganeo ed è stata allargata anche ad enti e ad amministrazioni sovracomunali tra cui il Parco Colli, Consorzio di Bonifica Adige Euganeo e il GAL patavino. I prossimi passi sono quelli di concordare una bozza di regolamento all’uso dei prodotti fitosanitari che verrà poi condivisa in diverse modalità (incontri, webinar, video divulgativi) con le associazioni di categoria, i funzionari tecnici, gli operatori agricoli e del verde, i rivenditori e i cittadini. Verranno coinvolte le scuole per una sensibilizzazione culturale per primarie e medie inferiori. I cittadini verranno informati tramite iniziative pubbliche e divulgative dei contenuti normativi, dell’uso dei PF per il privato, dei rischi e opportunità, dei controlli e sanzioni e di una sensibilizzazione verso il biologico. Tra le proposte fatte ai Comuni dal Biodistretto dei Colli Euganei vi è anche quella di promuovere la ristorazione collettiva e scolastica in linea con gli obiettivi e gli scopi sociali dell’Associazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento