rotate-mobile
Attualità

Il prezzo del bitume sale, lievitano di quasi 1 milione i costi per asfaltare la città

A maggio le ditte rischiavano di non riuscire a partire, poi l'intervento dell'amministrazione comunale

Il bitume è aumentato del 40 per cento e i costi di asfaltatura salgono di 700 mila euro. Dopo un periodo di sospensione, tutte le società che se ne stanno occupando a Padova hanno iniziato a lavorare, con la garanzia che sarà il Comune a coprire gli aumenti. Asfaltare costerà di più rispetto al previsto, visto che il bitume per questo genere di lavori incide per l'80 per cento dei costi.

Soldi

Parliamo di ditte che hanno vinto le gare d'appalto all'inizio dell'anno, per un totale di circa 3,5 milioni di euro. Da allora il materiale è aumentato, ma al Comune non è consentito dalla legge aggiungere soldi a quelli previsti dal bando dopo l'aggiudicazione al ribasso. Bisogna quindi attendere il “decreto revisione prezzi” del governo, che potrebbe trasferire direttamente il denaro in più che servirà per ultimare i lavori, oppure permettere al Comune di accedere al fondo di riserva e utilizzare almeno i fondi di differenza tra la base della gara d'appalto e la concessione avvenuta al ribasso. «Noi abbiamo garantito l'avvio dei lavori - spiega il vicesindaco, Andrea Micalizzi - che ci premeva particolarmente perché c'è stato un periodo attorno a maggio in cui temevamo di non riuscirci. Purtroppo si vive una fase di grande incertezza su tutti i cantieri a causa dell'oscillazione dei prezzi e per questo faccio anche un appello al governo affinché sostenga con il rinnovo del decreto le ditte e gli enti locali».

Il piano asfalti

Sul piano sono presenti circa 45 strade da asfaltare, tra cui alcune fondamentali per la viabilità cittadina, come via Bembo, via Belzoni e via Sorio. Alcune sono già state completate, a partire da via Buonarroti, via Isola di Torre, via della Navigazione Interna, via Longhin, ma la maggior parte prevedono invece i cantieri ad agosto, anche per impattare il meno possibile. Problemi che non riguardano solo le asfaltature, sui cui questa amministrazione ha investito molto in questi ultimi mesi, ma anche i marciapiedi e i guardrail, perché oltre a quelli del bitume, sono aumentati di molto anche ferro e legno. Per l'intero progetto di interventi e manutenzioni sono stati messi da parte 11 milioni di euro, che quindi non basteranno per portare a termine i lavori. Parliamo anche della ristrutturazione delle pavimentazioni storiche e strade bianche, barriere metalliche e rafforzamento dei cantieri mobili. Si tratta di microinterventi nei quartieri, che assicurano così una manutenzione costante e accurata dell’esistente, dalle buche del manto stradale fino al ripristino di paletti di protezione e segnali stradali. Verranno toccati tutti i quartieri, dall'Arcella a Chiesanuova, Guizza e Brusegana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prezzo del bitume sale, lievitano di quasi 1 milione i costi per asfaltare la città

PadovaOggi è in caricamento