Donazioni per 8.500 euro e 30mila euro in buoni all’ospedale di Schiavonia da Bofrost

La filiale di Este dell'azienda aderisce alla campagna “Insieme siamo una forza” e grazie ai suoi clienti dona fondi per le attrezzature sanitarie e buoni spesa per il personale

L'amministratore delegato di Bofrost, Gianluca Tesolin

Una nuova campagna di donazioni figura tra quelle destinate all'ospedale di Schiavonia. A realizzarla è l'azienda friulana di
vendita di surgelati a domicilio Bofrost con una campagna nazionale a cui ha aderito anche la filiale di Este.

Monselice

Grazie al settore atestino della società e alla solidarietà dei clienti sono stati stanziati 8.500 euro per l’acquisto di attrezzature sanitarie nell'ambito di “Insieme siamo una forza”, iniziativa avviata a inizio marzo e che si concluderà il 18 aprile con i primi versamenti. A questa cifra si aggiungono, sempre a beneficio degli Ospedali riuniti Padova Sud Madre Teresa di Calcutta, anche mille buoni spesa del valore di 30 euro ciascuno destinati al personale sanitario per la spesa alimentare da fare online.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa

La campagna solidale di Bofrost in tutta Italia ha permesso di raccogliere 350mila euro e stanziato 1,5 milioni in buoni spesa per medici e infermieri. «La generosità dei nostri clienti e l’impegno dei nostri venditori ci permettono di dare un aiuto concreto a chi è in prima linea per salvare vite - ha commentato l'amministratore delegato Gianluca Tesolin - In poche settimane siamo riusciti a mettere insieme una cifra importante, indirizzandola alle realtà che più ne hanno bisogno: un ospedale per ogni filiale, contattato preventivamente e “adottato” anche dai nostri clienti». Le strutture che beneficeranno delle donazioni sono oltre 50: «Non volevamo scegliere un unico ospedale, ma dare un aiuto concreto alle tante realtà locali che sono in prima linea nella battaglia al Coronavirus - prosegue Tesolin -. Abbiamo puntato sul legame che ogni nostra filiale instaura con il territorio per far sentire i clienti ancora più coinvolti. Un ruolo determinante hanno avuto i nostri venditori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento