Attualità

Trasporto pubblico, persi 12 milioni di passeggeri

Il bilancio si è chiuso con 11 milioni di passivo. Nelle casse di BusItalia ci sono stati introiti da biglietti e abbonamenti inferiori di 18 milioni di euro, solo in parte ristorati da Roma (7 milioni)

Bus e tram

BusItalia ha perso 12 milioni di passeggeri e 18 milioni di euro a causa del Covid. Dai dati che emergono sfogliando il bilancio appena approvato dal consiglio d'amministrazione, si nota però come l’azienda abbiao già usufruito di 7,4 milioni di euro di ristori arrivati da Roma. Si chiude quindi con una perdita economica di 11 milioni di euro e con la metà dei passeggeri rispetto alla media abituale l’annus horribilis di BusItalia. Soldi che però dovrebbero rientrare grazie ai decreti sui ristori promessi dal Governo Draghi, mettendo così in pari i conti.

I numeri

I padovani hanno utilizzati pochissimo bus e tram nel 2020 per il timore dei contagi da Covid. LO scorso anno c'è stato un calo del 44,4% dei passeggeri e un danno economico per l'azienda: 8,7 milioni di euro di mancati introiti per le linee extraurbane e 9,6 per quelle urbane, quindi bus e tram. In tutto fa 18,3 milioni di euro in meno rispetto al 2019. Dal 2011 al 2019 la media dei passeggeri di tram e bus è sempre stata tra i 27 e i 30 milioni, ma l'anno scorso i numeri sono scesi e i mesi chiusi in casa hanno quasi dimezzato anche gli utenti del trasporto pubblico, che nel 2020 sono stati infatti 15,5 milioni. Quindi 12 milioni in meno rispetto alla media dell'ultimo decennio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, persi 12 milioni di passeggeri

PadovaOggi è in caricamento