rotate-mobile
urbs picta

Ripartono le aperture serali degli Scrovegni e il 25 marzo basta un euro

L’apertura in fascia serale del capolavoro di Giotto è possibile dal martedì alla domenica. In occasione della ricorrenza dell'Annunciazione, per l'ingresso sarà applicata la tariffa speciale

Con l’inizio della primavera ripartono le aperture serali della Cappella degli Scrovegni. L’apertura in fascia serale del capolavoro di Giotto è possibile dal martedì alla domenica ( e nei lunedì festivi a partire dal 25 marzo fino al prossimo 4 novembre. Il primo turno di visita, ogni 20 minuti, è alle 19.00 , l’ultimo alle 2120. Il servizio di apertura serale è svolto in concessione dalla Cooperativa sociale Giotto.

Costi

Il biglietto intero è di 8 euro (ridotto 6 euro) ed è necessaria la prenotazione allo 049 2010020 oppure direttamente on line all’indirizzo www.cappelladegliscrovegni.it. Venerdì 25 marzo, però in occasione della ricorrenza dell'Annunciazione, per l'ingresso in Cappella sarà applicata la tariffa di 1 euro a tutti i visitatori e per l'intera giornata (9.00 - 22.00 ultimo ingresso 21.20).

Messe

Inoltre, come di consueto, saranno celebrate due Messe: alle ore 11.00 sarà presieduta dall'Arciprete della Cattedrale, Mons. Giuliano Miotto mentre alle ore 12.00 sarà presieduta da don Lucio Guizzo, parroco degli Eremitani. Entrambe le Messe saranno accompagnate dal coro della Fraternità di Comunione e Liberazione .

Veronese e Colasio

Spiega Francesca Veronese direttrice dei Musei agli Eremitani: «La celebrazione della Messa in Cappella degli Scrovegni è una tradizione che risale al 1305, anno in cui la Cappella, dipinta da Giotto e dedicata alla Vergine Annunciata, venne consacrata. Da allora la tradizione si è perpetuata, cambiando nelle modalità nei due recenti anni di pandemia: allora la messa era stata celebrata a porte chiuse, ma in diretta televisiva e social. Quest'anno, finalmente, la celebrazione torna nelle modalità consuete, con la presenza del pubblico». «L’apertura serale della Cappella è un ulteriore tassello nel più ampio impegno di valorizzazione dei cicli trecenteschi di Padova Urbs Picta - aggiunge l’assessore alla cultura, Andrea Colasio - e permette ad un numero ancora maggiore di visitatori, padovani e turisti di godere di questo gioiello e consente di visitare la Cappella in una suggestiva atmosfera serale. Altrettanto emozionante è la possibilità di assistere alla celebrazione della messa, con l’accompagnamento di un coro, che ci riporta all’originario utilizzo di questo piccolo edificio. Narrano le cronache dell’epoca, infatti che la Cappella fosse stata realizzata come cappella privata ma che dopo poco tempo la famiglia Scrovegni aprì le celebrazioni delle messe a tutti i cittadini, con tanto di scampanio per attirare i fedeli e che la cosa fu ogegtto di un duro scontro con il parroco della vicina chiesa degli Eremitani che non gradiva la concorrenza imprevista. Ai giorni nostri solo il 25 marzo, anniversario della consacrazione si celebra la messa all’interno della Cappella. Infine voglio ringraziare la Cooperativa Giotto grazie alla quale siamo in grado di assicurare queste suggestive aperture serali”».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripartono le aperture serali degli Scrovegni e il 25 marzo basta un euro

PadovaOggi è in caricamento