rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024

Luigi De Magistris a Padova per protestare insieme agli inquilini delle case popolari

L'ex sindaco di Napoli, ora leader di Unione Popolare, tuona: «Se mettiamo insieme le persone che non hanno una casa, quelle che rischiano di andare in mezzo a una strada e quelle che non riescono a pagare per morosità incolpevole perché magari non avranno più il reddito di cittadinanza o hanno salari da fame si scopre che si stanno creando le condizioni per una vera e propria polveriera»

«È come se fosse un diritto di poco conto, e invece è un problema che rischia di deflagrare in tutta la sua potenza: se mettiamo insieme le persone che non hanno una casa, quelle che rischiano di andare in mezzo a una strada e quelle che non riescono a pagare per la morosità incolpevole perché magari non avranno più il reddito di cittadinanza o hanno salari da fame si scopre che si stanno creando le condizioni per una vera e propria polveriera»: queste le parole con cui Luigi De Magistris, ex sindaco di Napoli e leader di Unione Popolare, ha iniziato il proprio intervento in occasione del flash mob di protesta organizzato dalle unioni degli inquilini delle case popolari in via Raggio di Sole a Padova, sotto alla sede dell'Ater.

Luigi De Magistris

De Magistris ha quindi rincarato la dose: «Il diritto alla casa è un diritto costituzionale ma soprattutto è un diritto alla dignità. Il nostro Paese nel corso degli anni sta massacrando i diritti fondamentali: il lavoro, il reddito, la salute, l'istruzione e la casa. Il nostro Paese deve far fronte a disuguaglianze economiche e sociali sempre maggiori, con gente che si arricchisce sulla pandemia e sulle guerre: chi è ricco diventa sempre più ricco, chi è povero diventa sempre più povero e il ceto medio invece di andare verso una situazione di maggior agiatezza va verso la povertà. Che consiglio voglio dare a questi inquilini padovani? Di stare uniti: a Napoli sul diritto alla casa, sull'emergenza abitativa, sulla morosità incolpevole e sulle case popolari abbiamo scritto pagine storiche, come alle vele di Scampia unendo il Comune, la parte buona dei professionisti, il popolo e i comitati in lotta per i diritti. Chi fa politica e porta avanti le istituzioni in modo serio deve unirsi con il popolo, solo così i diritti non solo possono continuare a vivere, ma possono anche essere riconquistati».

Video popolari

Luigi De Magistris a Padova per protestare insieme agli inquilini delle case popolari

PadovaOggi è in caricamento