Federazione Camposampierese, Mason a fine mandato: «Ringrazio tutti. Ecco le mie rifelessioni»

«Ringrazio e siano sempre benvenute, tutte quelle iniziative di sponsorizzazione e supporto, delle nostre aziende e di tutte le categorie economiche»

Dopo un anno di lavoro termina il mandato di Cesare Mason alla guida della Federazione dei Comuni del Camposampierese. Riceviamo e pubblichiamo alcune considerazione del primo cittadino.

Tempo di bilanci

«E’ passato un anno ed oramai si sta chiudendo il mio mandato di presidenza. Ritengo doveroso esprimere il mio giudizio in merito all’attività di questo ente sovracomunale, un po’ sconosciuto, a volte usato o abusato, per meriti o per presunte colpe. E’ un organo dei sindaci voluto venti anni fa, dove già esisteva un tavolo degli amministratori, dove, al di là di colori, movimenti o partiti ci si trovava a parlare del territorio e di come superare problemi comuni a tutti, dalle scuole alla sanità, alle aziende in espansione, alla viabilità e ai trasporti e ai rapporti con cittadini, Provincia e Regione. La Federazione, condivide gli stessi problemi di un’azienda, che vive in una società dove ricadono gli effetti di scelte superiori, aimè, non sempre lungimiranti, dove è essenziale essere reattivi, positivi, sapere investire in tecnologie ed innovazione. Il trend evolutivo di tutte amministrazioni passa dall’Innovare. La volontà ed il desiderio di sognare, di sperare, di saper cogliere e scegliere, approfittare ed usufruire di tutti gli aspetti che caratterizzano la società moderna e l’evoluzione di un territorio, il sapere utilizzare tutti gli strumenti possibili tra i quali ora la parte predominante appartiene alla tecnologia: la Teconologia Digitale, l’on line, l’ essere Wired, l’essere collegati, individuare e intercettare rapidamente le tendenze e l’orientamento, sfruttando ogni risorsa offerta in quest’ambito».

Made in Italy

«E’ del 26 novembre una buona notizia dalla quale si apprende il via dei lavori per il Fondo Nazionale per l’innovazione, del ministero dello sviluppo economico a sostegno di aziende e startup innovative e strategiche. Il fondo iniziale di 1miliardo di euro, avrà tra le priorità stanziamenti per l’intelligenza artificiale, l’industria 4.0, i comparti agritech e food tech, nonché maggiore sostegno per il made in Italy. Inoltre, il Fondo Nazionale Innovazione si prefigge anche l’obiettivo di difendere l’interesse nazionale contrastando la cessione e la dispersione di talenti, proprietà intellettuali e asset strategici che spesso vengono sostenuti più all’estero che in Italia. Detto questo e, ritornando alla gestione del territorio da parte degli enti pubblici, posso dire che la nostra è una sfida giornaliera nel riuscire a contenere le spese, ottimizzare i servizi e le risorse umane, digitalizzando l’attività amministrativa e l’informazione, quanto mai indispensabile per far crescere “la conoscenza”, magicamente e storicamente legata alla parola “innovazione”, che ne diventa il risultato migliore. In una logica di Open Government le amministrazioni mettono al centro la comunicazione e l’interazione con i cittadini, sono aperte al dialogo e al confronto diretto e partecipato con i privati, con le associazioni ed i loro rappresentanti, riuscendo a focalizzare i processi decisionali sulle effettive e reali esigenze e necessità delle comunità locali. Centralità del cittadino, amministrazione partecipata e collaborativa, insieme a trasparenza, condivisione delle informazioni attraverso le nuove tecnologie digitali (Internet e il Web in primo piano) devono essere i tratti essenziali di un buon governo del territorio».

Il futuro della federazione

«La conoscenza e l’informazione, attraverso una comunicazione immediata e trasparente, è fondamentale per noi amministratori, per poter riconquistare e ravvivare quella fiducia del cittadino nei confronti della pubblica amministrazione, da tempo screditata e scoraggiata. Riporto quanto ha affermato giustamente Roberta Cocco assessore alla trasformazione digitale e servizi civici del Comune di Milano , “Non ho mai visto, né nel pubblico né nel privato, un progetto fallire per colpa della tecnologia, ma ne ho visti fallire tanti quando non c’era un sufficiente accompagnamento. Ovviamente, il tema della competenza è fondamentale quindi alla base di qualsiasi iniziativa. All’interno della pubblica amministrazione abbiamo un’età media molto alta e per molti anni abbiamo avuto un blocco delle assunzioni che ancora oggi ci penalizza. Il rimpiazzo dei dipendenti è stato di “ tecnicamente compatibili e competenti ” ma non di nuove risorse, specifiche nella digitalizzazione, quanto mai indispensabili. E’ proprio qui che la forma associata dei comuni fa la differenza, tecniche, strumenti, conoscenze, opportunità, formazione e studio, aggiornamenti, personale addetto qualificato, il tutto immediatamente condivisibile , è questo lo strumento, la risorsa non identificabile nei bilanci matematici, ma in quelli funzionali alla vita e alla funzione dell’ente: questa è l’innovazione tangibile, questa è la Federazione».

Iniziative future

«Per concludere, ringrazio e siano sempre benvenute, tutte quelle iniziative di sponsorizzazione e supporto, delle nostre aziende e di tutte le categorie economiche, di tutte le centinaia di associazioni che con migliaia di volontari si impegnano con grande sacrificio a creare un “ambiente sociale e culturale”, favorevole al sostegno, alla crescita e all’innovazione del nostro territorio consapevoli e convinti che l’unica vera risorsa competitiva, dopo quella umana, nella società dell’informazione e dei servizi è, “la conoscenza” per innovare, non solo nelle imprese, ma per sorreggere o semplicemente affiancare con spirito collaborativo i nostri enti e gli amministratori. Ringrazio i miei colleghi sindaci , il direttore della Federazione , Dott. Annamaria Giacomelli e tutti i dipendenti che mi hanno coadiuvato nel lavoro per il loro impegno ed auguro al mio successore Stefano Scattolin Sindaco di Massanzago un Buon anno di lavoro, ricco di impegni e soddisfazioni».

Cesare Mason

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Due contagiati nel comune di Saccolongo: a scriverlo il sindaco su Facebook

Torna su
PadovaOggi è in caricamento