Effetto lockdown, chiude dopo 34 lo storico bar "Quadrifoglio" di Bragni

L'attività è stata ceduta dopo i problemi dovuti all'emergenza Covid, il ricordo del proprietario che rivive i momenti più belli del locale di Cadoneghe

Per 34 anni è stato un punto di riferimento per tutto il quartiere di Bragni e non solo. Stiamo parlando del bar "Quadrifoglio: «Venivano da Padova, da Vigonza, da Campodarsego per comprare i nostri tramezzini – ricorda Adriano Zoccarato, dal 1986 dietro il bancone del bar di via Giotto – dicevano che così buoni non li trovavano da nessuna parte. Dopo i primi 20 anni ho iniziato a crederci anch'io. Forse è perché eravamo tra i pochi nel padovano a impiegare il sistema originale, da me imparato in anni di lavoro a Venezia».

Ceduta l'attività

Ora la storica attività abbassa le saracinesche per l'ultima volta: «Io ho 65 anni e così mia moglie Paola – spiega il titolare – non abbiamo l'età per metterci a far debiti, e se dovessimo andare incontro a un altro lockdown, come quello che quest'anno ci ha privato di metà del nostro fatturato, non so davvero come potrebbe andare a finire. Certo la malinconia è forte, qualcuno dei nostri clienti storici si è perfino messo a piangere quando gli abbiamo comunicato la decisione di vendere. Però hanno capito. Abbiamo dato una grande festa per salutarli e ringraziarli tutti. I nostri sentimenti sono contrastanti: da un lato un immenso dispiacere, dall'altro il sollievo di non dover più affrontare le mille difficoltà incontrate nell'ultimo periodo. Io, mia moglie, mia figlia Elisa abbiamo sempre vissuto per questo lavoro, ma i tempi sono questi. Abbiamo ceduto l'attività a una persona più giovane, e speriamo di vederla riaperta al più presto. Mi piacerebbe che il nome fosse mantenuto perché per il quartiere di Bragni significa molto, anche noi abitiamo in via Giotto e vorremmo tornare qui a bere il caffè. Ci auguriamo anche di veder rinascere la nostra zona, che abbiamo visto 'andare giù' anno dopo anno. Forse perché siamo all'estrema periferia di Cadoneghe, non sono mai stati fatti lavori e l'unico sindaco che si è fatto vedere da queste parti è stato l'attuale. Finalmente si è iniziato a organizzare qualche evento anche qui, ne abbiamo tutti un gran bisogno per risollevarci dopo questo anno terribile»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Zaia: «Ho l'impressione che questo Dpcm sia solo un "riscaldamento a bordo campo"»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

  • Coronavirus, Zaia: «Entro lunedì una nuova ordinanza con restrizioni leggere anti-assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento