rotate-mobile
Attualità

Elezioni Rsu, Cisl è primo sindacato nella pubblica amministrazione a livello provinciale

Una campagna, ha sottolineato il segretario Roveron, difficile a causa delle condizioni di lavoro imposte nel dopo pandemia

La Cisl Fp di Padova Rovigo si è confermata primo sindacato nella pubblica amministrazione a livello provinciale aumentando i consensi rispetto alle elezioni Rsu precedenti di oltre 10 punti percentuali. Lo comunica il sindacato stesso con una nota.

Il voto

«Ci siamo confermati primo sindacato nella sanità raggiungendo la maggioranza assoluta nell'Ulss 6 Euganea e primo in tutte le strutture come l'Azienda ospedaliera di Padova implementando ulteriormente il distacco dalle altre sigle sindacali - dice Michele ROveron, segretario generale Cisl Fp di Padova - Così pure un ulteriore aumento di preferenze con distacco dalle altre sigle allo Iov. Siamo il primo sindacato nelle autonomie locali (Comuni, Unioni, Consorzi, Federazioni dei  Comuni) con un ulteriore aumento dei voti rispetto alla tornata precednte distaccando le altresigle  sindacali di circa un 10%. Siamo il primo sindacato nell'ente Provincia di Padova. Inoltre - prosegue - un ottimo risultato si è registrato anche nelle votazioni avvenute all'interno delle case di riposo  come in quella di Cittadella e di Camposampiero. Siamo il primo sindacato nel Comparto Epne con un ottimo risultato ed avendo ottenuto la  maggioranza assoluta (Inps, Aci, Ordini Collegi, Inail) e abbiamo mantenuto altresì i consensi nel comparto Ministeri e agenzie fiscali». 

Il commento

«Il merito di questo straordinario risultato elettorale va alla squadra di oltre 600 candidati proposti nelle liste della Cisl Fp, a tutti i delegati, a tutti gli iscritti e a tutti coloro che ci hanno sostenuto  con il loro voto - afferma Roveron - Siamo da sempre un sindacato impegnato in prima linea nella valorizzazione delle professioni, della contrattazione aziendale, dell’efficienza e del ruolo del servizio pubblico. In questi anni, abbiamo dimostrato di saper coagulare il consenso dei nostri iscritti con quello di  molti altri lavoratori, aumentando la base complessiva della nostra rappresentanza. Questa campagna Rsu è stata resa particolarmente difficile dalle condizioni in cui ci troviamo a  vivere e lavorare. Difficoltà dovute in primis dalla pandemia che ha evidenziato le notevoli carenze  strutturali e programmatiche dettate dai tagli lineari nella pubblica amministrazione. Con una crisi economica e un regime di contrazione finanziaria che attanaglia famiglie, lavoratori,  Insomma una campagna partita sotto nubi minacciose, proseguita sotto un cielo ancora più  plumbeo, e finita con un risultato ottimo per la Cisl Fp di Padova Rovigo. Molto abbiamo già ottenuto, molto c’è ancora da fare, con la collaborazione di tutti. Siamo in linea  con l’Europa: anche i sindacati europei si interrogano sui molti modi possibili per superare la crisi  senza far venire meno i servizi, anzi potenziandoli e rendendoli più produttivi. La nostra funzione  sarà sempre quella di vigilare, in tutti i campi, perché ogni processo di trasformazione e di giusta  modernizzazione avvenga passando per una valorizzazione della professionalità dei lavoratori. In  un momento di grave difficoltà, è fondamentale continuare a crescere insieme divenendo sempre  più motivati, esperti e capaci di interpretare le novità offrendo risposte adeguate. La nostra linea  continuerà ad essere quella della serietà e della responsabilità». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Rsu, Cisl è primo sindacato nella pubblica amministrazione a livello provinciale

PadovaOggi è in caricamento