rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

Mancate assunzioni ed esternalizzazioni all'Ulss: la Cisl minaccia lo sciopero

Secondo il sindacato l'azienda sanitaria locale vorrebbe esternalizzare alcuni servizi del pronto soccorso e non avrebbe un adeguato piano di assunzioni

Si potrebbe arrivare lo sciopero. Lo riferisce la Cisl Fp che accusa l'Ulss 6 Euganea di non garantire i 15 giorni lavorativi di ferie come previsto dal contratto al personale sanitario, ma continuativi togliendo a ogni lavoratore 3 o 4 giorni di ferie.

La situazione

Non solo, secondo la Cisl l'Ulss avrebbe deciso di esternalizzare l'attività dei pronto soccorso. «Verranno assegnate a ditte esterne la gestione del punto ambulanze di Conselve, la gestione dei codici bianchi nel modulo pre-triage a Camposampiero e un turno h24 del servizio Suem 118 a Piove di Sacco - dice Fabio Turato, dirigente Cisl Fp - A Schiavonia verrà esternalizzato il servizio trasporto malati interno, obbligando i lavoratori a cambiare sede lavorativa e ad essere ricollocati in altri reparti. A tutto questo si aggiunge che verranno ridotti 164 posti letto negli ospedali dell'Ulss Euganea: 53 nell'ospedale di Camposampiero, 36 nell'ospedale di Cittadella, 26 nell'ospedale di Piove di Sacco, 49 nell'ospedale di Schiavonia. Ci è stato detto che verrà ridotta l'attività delle sale operatorie senza però essere in grado di quantificare precisamente il numero delle sale e dove. Il territorio vedrà una riduzione diffusa delle attività nei distretti e dell'assistenza domiciliare vista la grave carenza di personale, mancano 56 infermieri e 42 oss ma si continua a garantire le attività di screening e assistenza covid che si sommano alle attività ordinarie sempre sulle spalle dello stesso personale». Alessandro Piovan, dirigente sindacale Cisl Fp, aggiunge: «Da due anni continuiamo a sentire i mugugni dell’amministrazione che manca personale, che sono costretti a sospendere personale non vaccinato (119 tra infermieri e oss), che hanno difficoltà a reperire professionisti sul mercato ma poco o nulla è stato fatto in termini di programmazione e di riorganizzazione. A questo si è aggiunta la bocciatura della Regione del piano assunzionale dell’Ulss per il superamento del tetto di spesa che in concreto ha bloccato per oltre 6 mesi le assunzioni di operatori sanitari in tutti gli ospedali del nostro territorio. Si ridurranno posti di area medica - continua - sapendo che è l'area che più di tutte, durante il periodo estivo, garantisce i bisogni del territorio senza rinforzare il territorio e l’assistenza domiciliare. Le prime nuove assunzioni promesse non arriveranno prima dei primi di agosto e in merito ci saremmo aspettati, vista la situazione, un atto di coraggio da parte dell’amministrazione con l’assunzione di tutto il personale programmato per il 2022 invece che i 30 infermieri autorizzati dalla regione a copertura del turn over, si continua a fare il minimo indispensabile». 

Lo sciopero

«Come Cisl - dice Emiliano Bedon, dirigente Cisl Fp - non accettiamo l’esternalizzazione di servizi sanitari importanti e la consideriamo l’ultima spiaggia per garantire il piano ferie e assicurare l’assistenza e ci batteremo perchè sia limitata solo al periodo estivo, ma per questo servono immediate assunzioni e una vera rioriganizzazione di questa Ulss, siamo stanchi di lavorare in continua emergenza, servono scelte di prospettiva per garantire il diritto alla sanità pubblica di tutti, e non solo legate ai bilanci. È inutile girare intorno alla questione, la carenza di personale che si aggrava ogni giorno di più è diventata insopportabile, in buona sostanza i lavoratori di tutti i profili dei diversi settori ed ambiti, sono insufficienti a garantire i servizi e la corda si sta rompendo. Per questo - conclude - pretendiamo immediatamente dalla direzione dell'Ulss 6, la garanzia della sostenibilità di un piano ferie rispettoso del diritto ai 15 giorni lavorativi per tutte le lavoratrici e lavoratori che ne facciano richiesta altrimenti attiveremo lo stato di agitazione di tutti i dipendenti dell’Ulss fino ad arrivare allo sciopero se necessario».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancate assunzioni ed esternalizzazioni all'Ulss: la Cisl minaccia lo sciopero

PadovaOggi è in caricamento