rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024

In un libro le battaglie dei comitati contro la devastazione ambientale

E' stato presentato di fronte a trecento persone al Parco Buzzaccarini, nell'ambito dell'Ekopark Festival, "Come le Strope", un libro che raccoglie e ricostruisce alcune delle più importanti e significative battaglie a tutela del territorio nella Bassa Padovana e in tutto il territorio veneto

«Le strope sono piante tipiche del nostro territorio, resistenti e flessibili. Si piegano ma non si spezzano, proprio come le voci che in questi decenni hanno portato avanti battaglie a difesa dell'ambiente in cui viviamo», spiega Francesco Miazzi, anima e motore del Comitato Lasciateci Respirare e da sempre in prima linea a difesa del territorio. Ha raccolto in un libro le voci e le esperienze di comitati e associazioni che hanno fatto della difesa dell'ambiente una ragione di vita e ne ha fatto un libro che è stato presentato venerdi 25 agosto scorso, al Parco Buzzaccarini nell'ambito dell'Ekopark Festival. Si intitola appunto "Come le Strope", Tracciati Editore.

EkoPark Monselice Parco Buzzaccarini

Una presentazione affollattissima, c'erano circa trecento persone, per un libro che raccoglie e ricostruisce alcune battaglie ambientali nella bassa padovana come quelle che hanno portato alla Legge Romanato – Fracanzani del 1971, per la chiusura delle cave nei Colli Euganei, il primo vero esempio di tutela del patrimonio ambientale e del paesaggio, o quelle per la chiusura dell’inceneritore di Schiavonia, le iniziative contro il nucleare e l’installazione dei missili a Comiso, la nascita del Parco Regionale dei Colli Euganei, lo scontro sulla presenza dei cementifici, insieme ai racconti delle tante esperienze associative sorte e operanti in questi decenni nella bassa padovana: Italia Nostra, Legambiente, WWF, La Vespa, il Moraro. Non mancano le altre voci dai territori sorte su problematiche specifiche come il Comitato contro le “Antenne del Monte Cero”, il Comitato “La nostra Terra”, costituito per contrastare il nuovo Centro Commerciale di Due Carrare, il Comitato “No reflui speciali” sorto in opposizione alla Discarica di Sant’Urbano, il Comitato Lasciateci Respirare di Lozzo Atestino attivo per fermare l’ampliamento degli allevamenti intensivi, il gruppo delle Mamme NOPFAS di Montagnana impegnate nella denuncia e nel contrasto al più grande inquinamento dell’acqua in tutto il basso Veneto. Un libro curato da Francesco Miazzi che in principio avrebbe dovuto raccontare l'esperienza ormai trentennale del Comitato Lasciateci Respirare e che poi si è allargato a tutte quelle battaglie ambientali e ambientaliste che hanno contraddistinto la storia del Veneto di questi ultimi trent'anni. Francesco Jori, Renzo Mazzaro, Gianfranco Bettin, Fulvio Ervas, Gianni Belloni e Alessandro Tasinato, sono alcuni degli autori che hanno contribuito a metttere insieme in questo libro tutte queste storie che hanno contrassegnato e continuano a contrassegnare la storia del nostro territorio. Il libro ha pure il contributo di alcuni illustratori del calibro di Claudio Calia, che impreziosiscono ulterioriormente questo volume, che prezioso lo è già di per sé. 

Come le strope Claudio Calia

Video popolari

PadovaOggi è in caricamento