Attualità

I contagi raddoppiano, ma dal Prefetto nessun pugno di ferro per sagre ed eventi

Dalla riunione del Cosp non emergono provvedimenti duri, ma solo raccomandazioni su mascherina all'aperto in caso di assembramenti e distanza di sicurezz

Il prefetto, Raffaele Grassi

Nessun pugno di ferro da parte del Prefetto Grassi in vista del prossimo weekend. Oggi 22 luglio ha riunito il comitato sicurezza, di cui fanno parte il sindaco Giordani, il presidente della Provincia Bui e i vertici delle forze di polizia, per valutare eventuali provvedimenti per evitare l'innalzamento dei contagi. Al tavolo anche il Direttore Sanitario e il Direttore del Dipartimento di Prevenzione della Ulss6 Euganea, che hanno rappresentato l’incremento dei casi registrato nel recente periodo e in particolare nell’ultima settimana, nella quale il numero dei soggetti positivi è raddoppiato.

La nota

«Dai dati a disposizione risulta che gran parte dei contagi è dovuta alla cosiddetta variante delta, particolarmente contagiosa. Il numero dei soggetti ricoverati nelle strutture ospedaliere e nei reparti di terapia intensiva è al momento molto basso e i pochi casi registrati si riferiscono a soggetti non vaccinati» fa sapere la Prefettura attraverso una nota.

La raccomandazione

«Da qui la raccomandazione delle autorità sanitarie alla cittadinanza, condivisa dal Prefetto e dai componenti del Comitato, a vaccinarsi al più presto perché questo è l’unico strumento per evitare il contagio ed arrestare la circolazione del virus. Una grande attenzione deve essere inoltre riservata alle occasioni nelle quali si possono creare assembramenti. Sul tema il Prefetto ha sensibilizzato i sindaci della provincia di Padova affinché prevedano, nell’organizzazione di sagre e manifestazioni, idonee misure di safety che assicurino il rispetto dell’obbligo di mantenere la distanza interpersonale e di indossare la mascherina all’aperto quando non possa essere garantito il distanziamento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I contagi raddoppiano, ma dal Prefetto nessun pugno di ferro per sagre ed eventi

PadovaOggi è in caricamento