rotate-mobile
Attualità

Concerto capodanno, una decina di ubriachi e due denunciati. Il questore: «Grande organizzazione»

Un uomo in possesso di hashish e un altro che ha cercato di scavalcare le transenne per raggiungere il palco dove stava suonando Gazzè

I festeggiamenti in piazza Insurrezione dove quest’anno è stato organizzato il concerto di Capodanno con Max Gazzè, si sono svolti senza particolari criticità dal punto di vista della sicurezza. Solo due i denunciati Le forze dell'ordine hanno garantito il regolare svolgimento del grande evento, consentendo alle 9mila persone sopraggiunte nel corso della serata per assistervi, di accedere all’interno dell’area delimitata rispettando comunque la capienza massima prevista (6mila) e senza alcuna criticità.

I controlli

La perimetrazione della piazza con la realizzazione di varchi di ingresso e di uscita presidiati ed il sistema di conteggio delle persone in forma automatizzata e coordinata fra i varchi stessi, si è rivelato, infatti, un efficace strumento di controllo per la sicurezza dei presenti, così come il potenziamento della videosorveglianza e la realizzazione di un punto di osservazione dall’alto. Una decina di interventi all’interno dell’area sono stati effettuati da personale del 118 per casi di ubriachezza. Intorno alle 21 gli agenti della squadra mobile hanno notato un cittadino straniero, conosciuto dagli operatori per i numerosi precedenti a carico, il quale, giunto nella predetta piazza prima della chiusura dei varchi per l’accesso degli spettatori in modo controllato, si era posizionato ai suoi margini in evidente attesa, guardandosi intorno con aria circospetta. La pattuglia, insospettita da tale comportamento, ha proceduto al controllo del soggetto trovandolo in possesso di hashish nascosta nella tasca del pantalone della tuta che indossava. Il 27enne è stato accompagnato in Questura e denunciato per la detenzione dello stupefacente. Inoltre, poiché durante le fasi degli accertamenti, al fine di sottrarsi al controllo di polizia, ha tentato di darsi alla fuga spintonando e colpendo ripetutamente gli operatori, è stato anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Successivamente, mentre era in corso l’evento, personale della Questura ha individuato un soggetto, verosimilmente alterato da uso eccessivo di alcol, il quale ha tentato di scavalcare le transenne del palcoscenico dove era in atto il concerto. Gli agenti sono prontamente intervenuti per allontanarlo e, dato l’atteggiamento ostile mantenuto dallo stesso durante il controllo, lo hanno accompagnato in Questura e denunciato per resistenza, oltraggio a Pubblico Ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità. Si tratta di un cittadino moldavo del ’96.

Sbordone

Il Questore di Padova Antonio Sbordone ha espresso soddisfazione per la buona prova data da tutte le componenti chiamate a gestire la sicurezza dell’evento: «Si tratta di manifestazioni gioiose che devono essere, tuttavia, efficacemente preparate e gestite. Eravamo partiti da tempo con riunioni convocate dal prefetto, mentre poi, in questura, sono state indette varie riunioni tecniche. Voglio ringraziare l’amministrazione comunale per l’attenzione e la professionalità dimostrate, anche dalla società incaricata dell’organizzazione dello spettacolo. Ringrazio, infine, la comunità padovana che ha saputo vivere l’occasione di festa con euforia ma senza eccessi pericolosi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto capodanno, una decina di ubriachi e due denunciati. Il questore: «Grande organizzazione»

PadovaOggi è in caricamento