Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità Stazione / Piazza Alcide de Gasperi

Piazza De Gasperi, il progetto di riqualificazione finalista in un importante concorso internazionale

La proclamazione del progetto vincitore avverrà alla Triennale di Milan il 3 e 4 giugno nel corso della due giorni di lavori “City Brand & Tourism Landscape) dedicata appunto ai rapporti tra la cura e la valorizzazione del paesaggio urbano e gli effetti che queste azioni hanno sulla “appetibilità” di una città anche in campo turistico

Il vicesindaco Andrea Micalizzi e l’architetto Alberto Marescotti hanno presentato nella mattinata di sabato 22 maggio a un folto gruppo di residenti la partecipazione del progetto di riqualificazione di Piazza De Gasperi a un importante concorso internazionale promosso dalla rivista Paysage e dal Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Piazza De Gasperi

Due gli aspetti di particolare rilevanza: primo, il progetto di Piazza De Gasperi è stato non solo ammesso ma è tra i finalisti a livello europeo, il secondo la sua candidatura non è stata avanzata dal Comune di Padova ma da esperti del settore che lo hanno conosciuto e apprezzato negli scorsi mesi. La proclamazione del progetto vincitore avverrà alla Triennale di Milan  il 3 e 4 giugno nel corso della due giorni di lavori “City Brand & Tourism Landscape) dedicata appunto ai rapporti tra la cura e la valorizzazione del paesaggio urbano e gli effetti che queste azioni hanno sulla “appetibilità” di una città anche in campo turistico. Il progetto piazza De Gasperi è stato selezionato nella categoria “City Plan”. Il progettista è l’architetto del Comune di Padova Alberto Marescotti, e con lui hanno collaborato Daniele Pettenello e Alessandra Agosti.

Andrea Micalizzi

Il vicesindaco Andrea Micalizzi sottolinea: «Piazza De Gasperi è stata selezionata come esempio perfettamente riuscito di riqualificazione che punta ad una nuova socialità, ad una nuova immagine, ad una nuova sostenibilità degli spazi. È un grande orgoglio già così, anche i residenti sono davvero contenti  di questo riconoscimento. Il lavoro che dobbiamo fare è quello di cambiare la reputazione di questa piazza, perché sempre più  sia un luogo visto come un posto positivo. Oggi sono riaperti i plateatici,  ma una volta era un  luogo che nessuno frequentava. Oggi ci sono bambini e ragazzi, famiglie, spazi all’aperto dei locali, nel segno di una ritrovata socialità. Un grazie ad Alberto Marescotti e a tutti i suoi collaboratori perché ha avuto questa idea vincente, ci ha creduto e la ha realizzata in modo magnifico.  In comune abbiamo professionisti  come lui, di grande valore e non occorre andare in giro per il mondo per trovare progetti intelligenti ed innovativi».

Alberto Marescotti

L’architetto Alberto Marescotti progettista degli interventi di riqualificazione sottolinea: «Naturalmente sono molto contento per questo riconoscimento. È interessante raccontare come è nato e si è sviluppato questo progetto: è partito inizialmente con l’idea di mantenere il parcheggio come  prima della trasformazione, poi studiando la piazza, abbiamo individuato questa forma ad aquilone che si sviluppa lungo l’asse dei fabbricati principali che si affacciano sull’area. Poi abbiamo immaginato che il parcheggio potesse diventare anche qualcos’altro. La cosa interessante è che questo “qualcos’altro” è diventato la funzione principale di questo spazio. Però questo non preclude che un domani quest’area possa essere utilizzata  anche come parcheggio. Adesso è area pedonale. Abbiamo scelto di adottare una pavimentazione a più colori, che oltre ad essere più bella riduce anche l’impatto dell’isola dio calore dovuto al nero dell’asfalto. Inoltre abbiamo piantato 27 alberi dove prima non ce n’era alcuno. Oltre agli aspetti ambientali, l’idea è stata anche quella di delimitare in maniera chiara gli spazi e giocare anche nel caso degli alberi con i colori stagionali: così abbiamo ad esempio il bianco della fioritura del pero, la parrotia persica con le foglie che diventano rosse per i lunghi mesi autunnali, la quercia le cui foglie non cadono mai ma cambiano colore durante le stagioni. Quindi c’è questo gioco di colori non solo nell’asfalto ma anche nella parte del verde».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza De Gasperi, il progetto di riqualificazione finalista in un importante concorso internazionale

PadovaOggi è in caricamento