Cittadella, cittadinanza onoraria e chiavi della città per il locale comando dei carabinieri

"Per la costante presenza, attraverso un efficace controllo del territorio, a difesa della sicurezza dei cittadini contro ogni forma di illegalità": la cerimonia si è svolta sabato 6 luglio a Palazzo Pretorio

Foto di gruppo dopo la consegna delle chiavi della città

Nella mattinata di sabato 6 luglio, nella cornice storica di “Palazzo Pretorio” di Cittadella, ha avuto luogo la cerimonia del conferimento della “Cittadinanza Onoraria” e della consegna delle “Chiavi della Città” al locale Comando della Compagnia Carabinieri.

Le autorità presenti

A dare maggior lustro e importanza all’evento, hanno partecipato il senatore Andrea Ostellari, Presidente della 2^ Commissione Permanente Giustizia del Senato, il senatore Antonio De Poli, l’Assessore Regionale Giuseppe Pan, il Dott. Fabio Bui, Presidente della Provincia di Padova e il Colonnello Oreste Liporace, Comandante Provinciale dei Carabinieri, nonché altre Autorità Locali e Militari.

La cerimonia

La cerimonia è iniziata con l’intervento del Sindaco di Cittadella, Dott. Luca Pierobon, a cui sono seguiti i saluti dei due parlamentari, i quali hanno tutti formulato espressioni elogiative in relazione all’attività svolta dall’Arma dei Carabinieri della Compagnia del luogo, per l’elevato senso del dovere, l’impegno e la diligenza profusi nella costante e preziosa attività quotidiana svolta a favore della comunità per la salvaguardia e la tutela della legalità e della sicurezza, attraverso un intenso ed efficace controllo del territorio che ha comportato una riduzione dei reati consentendo alla comunità cittadellese di prosperare e vivere in un clima di maggiore serenità. Sono seguite le parole del Colonnello Oreste Liporace che, dopo avere salutato tutte le persone presenti, anche a nome del Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto”, Generale di Corpo d’Armata Enzo Bernardini e dei vertici della Legione Carabinieri “Veneto”, ha ringraziato l’Amministrazione Locale per l’importante riconoscimento concesso che va a consolidare il già forte legame ed  i sentimenti di stima tra l’Arma dei Carabinieri e l’Amministrazione Comunale, assicurando la prosecuzione dell’impegno nel contrasto dei delitti e della vigilanza sul territorio con l’obiettivo di fornire sempre migliori condizioni  di sicurezza prodromiche al sereno e prospero sviluppo della comunità e delle attività imprenditoriali. Al termine dell’intervento il Comandante Provinciale ha donato al Sindaco di Cittadella una stampa del “Regolamento Generale del Corpo dei Carabinieri Reali” del 1822 e una copia del “Galateo del Carabiniere” del 1879.

Diapositiva3(1)-2

La consegna e le motivazioni

E’ seguita la consegna ufficiale della “Cittadinanza Onoraria” e delle “Chiavi della Città” al Comandante della Compagnia Carabinieri di Cittadella, Maggiore Giuseppe Saccomanno, da parte del primo cittadino che ha contestualmente letto la motivazione per il conferimento del riconoscimento e che di seguito si riporta: “Per la costante presenza, attraverso un efficace controllo del territorio, a difesa della sicurezza dei cittadini contro ogni forma di illegalità. L’affidabilità espressa e il modo così esclusivo di stare al fianco della popolazione hanno consentito alla comunità cittadellese di prosperare e vivere in un clima di serenità e sicurezza. L’Amministrazione Comunale di Cittadella, a testimonianza dei sentimenti di stima e gratitudine, sottolineando il privilegio di poter contare sulla loro presenza, conferisce la Cittadinanza Onoraria con la consegna delle Chiavi della Città alla Compagnia Carabinieri di Cittadella”. Non si può, infine, prescindere il forte significato simbolico che rappresenta la consegna delle chiavi della città, consuetudine che risale al Medioevo, quando le citta erano fortificate e protette da mura con portoni. All’epoca, chi possedeva le chiavi era autorizzato ad oltrepassare le mura in qualsiasi momento. Oggi offrire le chiavi della città significa attribuire il potere simbolico ad una personalità o a un’Istituzione che si è prodigata a favore della cittadinanza e alla quale ci si affida con fiducia, in questo caso nella consapevolezza dell’impegno e dell’elevato senso del dovere espresso nel mantenimento di un sempre crescente livello di sicurezza per favorire la vita e lo sviluppo sereno della comunità locale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

  • Le case vecchie invendute diventano splendide abitazioni ristrutturate. A costo 0

Torna su
PadovaOggi è in caricamento