Consumo del suolo, i finanziamenti della Regione per la riqualificazione edilizia e ambientale

Attraverso la demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado nonché di manufatti ricadenti in aree a pericolosità idraulica e geologica, con ripristino del suolo naturale o seminaturale: i bandi

La Giunta regionale del Veneto ha approvato - su proposta dell’assessore al territorio Cristiano Corazzari - la deliberazione che dà avvio ai bandi del 2020 per l’assegnazione di finanziamenti destinati alla riqualificazione edilizia e ambientale per la rigenerazione urbana attraverso la demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado nonché di manufatti ricadenti in aree a pericolosità idraulica e geologica, con ripristino del suolo naturale o seminaturale, per complessivi 200mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Finanziamenti

Possono chiedere il finanziamento i Comuni, gli Enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico ed associazioni, singolarmente o in forma associata, nonché i soggetti privati, presentando la domanda, corredata dal progetto dell’intervento, ai Comuni nel cui territorio ricade l’opera incongrua, al fine della valutazione ed espressione dell’interesse pubblico dello stesso intervento. Entro le scadenze previste dai bandi i Comuni dovranno provvedere a inviare agli uffici competenti della Regione, le istanze pervenute con le relative dichiarazione di interesse pubblico. Il finanziamento regionale sarà concesso nella misura massima del 50% delle spese strettamente connesse agli interventi di demolizione e rinaturalizzazione del suolo e comunque il contributo massimo non potrà superare i 50mila euro se il valore stimato per gli interventi è uguale o superiore ai 100mila euro, ovvero non potrà superare i 20mila euro se il valore stimato per gli interventi è invece inferiore ai 100mila euro. Spiega l'assessore Corazzari: «Con questo provvedimento proseguiamo nella politica di contenimento del consumo di suolo, attraverso la quale sono state promosse negli scorsi anni significative azioni che prevedono il finanziamento per gli interventi di riqualificazione del tessuto urbano esistente intervenendo sul patrimonio edilizio. Un nuovo modo di agire e intervenire anche a livello culturale, nella piena consapevolezza del valore delle risorse naturali e ambientali, risorse limitate e non rinnovabili che rappresentano il bene comune per le attuali e future generazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento